7.7 C
Milano
24. 01. 2022 14:42

Lavoratori senza Green Pass, aziende assumono investigatori privati per controllare i certificati

Un uomo è stato sorpreso con tre diverse amanti in tre giorni consecutivi nel corso di un controllo da parte dell'investigatrice di Milano assunta dall'azienda

Più letti

E’ difficile avere un dato certo su quanti siano i lavoratori senza Green Pass ad oggi. Da una stima risulta che circa un milione di persone continuano a recarsi sul posto di lavoro privi del certificato verde. Altri, sin dall’entrata in vigore dell’obbligatorietà di mostrare il QR Code per frequentare i luoghi di lavoro si sono ingegnati per aggirare i controlli. Uno dei rischi previsti era l’assenteismo giustificato dalla malattia, anche attraverso la produzione di certificati medici falsi.

Lavoratori senza Green Pass soggetti a verifiche private

Un dato reale che possiamo prendere in considerazione è il boom di certificati di malattia (+22,6%). Ma non tutti i datori di lavoro accettano supinamente il danno e sono molte le aziende che hanno assunto investigatori privati per verificare che i dipendenti fossero effettivamente assenti per motivi di salute.

A parlarne a Il Giorno è stata Valentina Tarricone, general manager di FirstNet security, una delle maggiori agenzie investigative d’Italia, che ha ricevuto un’impennata di richieste dovuta al fatto che le aziende non hanno modo di sapere se i dipendenti in malattia sono in possesso o meno di Green Pass. Anche i comuni controlli da parte dei medici addetti sono insufficienti a causa dell’alta mole di assenti: così le aziende provvedono autonomamente attraverso le agenzie di investigazione.

A farne le spese, tra gli altri, un manager che aveva inviato il certificato a partire dal primo giorno di entrata in vigore del Green Pass. Nel corso del controllo l’uomo è stato sorpreso in dolce compagnia per tre giorni di seguito, con partner diverse, con cui si appartava in auto.

 

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...