3.9 C
Milano
27. 01. 2023 05:12

Ambrogini 2022, Abantantuono, Cappato e don Giussani: Milano celebra i suoi cittadini illustri

Al teatro Dal Verme conferite le massima onorificenze cittadine

Più letti

Ambrogini 2022, è il giorno della cerimonia di consegna. Oggi come da tradizione, in occasione della festa di Sant’Ambrogio, patrono della città di Milano, vengono celebrati gli Ambrogini d’oro, la massima onorificenza del Comune ai milanesi che hanno dato lustro alla città. La cerimonia si tiene come sempre al teatro Dal Verme, alla presenza del sindaco Beppe Sala.

Ambrogini 2022, Sala: «Milano produce speranza»

«Nonostante le emergenze, le crisi e le curvature che si profilano all’orizzonte, Milano continua a produrre speranza perché i nostri valori fondamentali plasmano il cambiamento verso un futuro di maggiori opportunità per tutti», ha sottolineato Sala, nel suo discorso in occasione della cerimonia di consegna degli Ambrogini 2022. «Milano continua a coinvolgere, a spingere in avanti la storia del Paese, mantenendo ferma la sua promessa di fiducia nel domani».

ambrogini 2022

«Milano continua ad aprirsi al mondo, a cercare soluzioni nuove, a mettere in rete le sue migliori realtà per generare sviluppo il più possibile sostenibile e inclusivo – ha aggiunto Sala -. Per tutto questo, Milano dice grazie a chi come voi oggi viene premiato con l’Ambrogino. E rinnova insieme a voi e a tutte e tutti i milanesi il patto per progresso e innovazione in ogni ambito delle nostre vite. Un impegno rivolto a noi se stessi, e ai tanti che in Europa e nel mondo guardano alla città di Ambrogio con speranza e fiducia».

Ambrogini 2022, premiati ed esclusi

I nomi dei 40 Ambrogini 2022 sono stati svelati lo scorso 15 novembre: 40 benemeriti che oggi riceveranno la massima onorificenza cittadina. La commissione per le Civiche Benemerenze ha scelto tra le 240 candidature 15 medaglie d’oro, più altre 5 alla memoria, e 20 attestati a quei soggetti collettivi che si sono distinti per il loro operato. La scrematura ha portato ad esclusioni eccellenti: basti pensare a Maurizio Cattelan e Stefano Pioli, che sembravano quasi certi del riconoscimento, ma anche a Memo Remigi, la cui candidatura era stata decisa prima che esplodesse il caso che lo ha visto protagonista con la cantante Gessica Morlacchi.

Ambrogini 2022, le medaglie d’oro

La medaglia d’oro alla memoria è stata assegnata a: don Luigi Giovanni Giussani, Manlio Armellini, Cesare Cadeo, Valentino De Chiara e Carmen De Min. La medaglia d’oro invece va a: Diego Abatantuono, Alfredo Ambrosetti, Alessandra Bonaiti Berlenghi, Marisa Cantarelli, Marco Cappato, Antonella Ferrari, Michele Luigi Alberto Januzzelli, Enzo Lizzi, Martino Midali, Mauro Pagani, Francesca Parvizyar, Michela Proietti, Cesare Sirtori, Francesco Paolo Tronca e Gianvincenzo Zucotti.

Ambrogini 2022, gli attestati

Gli attestati vanno a Accademia Scherma Milano SSD, Anderloni Silvio, associazione “Circolo Meazza”, Confesercenti Milano, associazione “Corpo Musicale di Crescenzago”, associazione “Donna e Madre onlus”, associazione “La Vitalba”, associazione “L’Ortica”, associazione sportiva dilettantistica “Tennis Club Ippolito Nievo”, Bianchi Massimiliano, Consulenti del Lavoro di Milano – Ordine Provinciale, Consulta Periferie Milano, Fondazione Cariplo, Memorial Italia, Off Campus Polimi, Portinaro Nicola, Progetto Metamorfosi, Ratti Pierluisa, Tarticchio Piero, Università Card. G. Colombo per studenti della terza età.

Ambrogini 2022 d'oro

Marco Cappato e la dedica a Dj Fabo

Anche Marco Cappato ha ricevuto l’Ambrogino d’oro. Il tesoriere dell’associazione Luca Coscioni ha voluto dedicare il premio a Dj Fabo, Fabiano Antoniani, che lui stesso ha accompagnato in Svizzera perché potesse morire con il suicidio assistito. Un gesto che Cappato ha poi ripetuto per altre persone malate. Al teatro Dal Verme Cappato è infatti arrivato accompagnato da Carmen la madre di Fabo. «Il premio lo abbiamo già dedicato, a Fabo – ha spiegato ai cronisti – . Ho gratitudine per il premio veramente dal profondo del cuore».

Il consigliere Forte via in segno di protesta

Non tutti però sono d’accordo con l’Ambrogino a Marco Cappato tanto che in teatro c’è stata anche una polemica da parte del consigliere comunale di Milano Popolare, Matteo Forte, che ha lasciato il tavolo della commissione degli Ambrogini, sul palco, appena è stato annunciato il nome di Cappato. Tutto il teatro Dal Verme ha però applaudito a lungo il tesoriere dell’associazione Luca Coscioni, che ha ricevuto il riconoscimento dalle mani del sindaco Giuseppe Sala.

Abatantuono e il commento su San Siro

C’è anche l’attore Diego Abatantuono tra coloro che hanno ricevuto l’Ambrogino d’oro. «Sono molto contento, è un onore», ha commentato l’attore prima della cerimonia. Abatantuono, grande tifoso milanista, ha parlato anche dello stadio di San Siro. «Lo stadio lo lascerei lì e lo metterei a posto – ha spiegato parlando dell’abbattimento del Meazza per fare posto al nuovo impianto voluto da Inter e Milan – . Lascerei un anello funzionante e metterei a posto l’altro e poi il contrario, così la gente potrebbe andare allo stadio.
Comunque San Siro lo terrei lì, mi sembra anche complicato abbatterlo».

In breve

FantaMunicipio #17: così le rotonde diventano piazze

Cantieri sempre aperti a Milano dove molte rotonde cambieranno pelle. La notizia della settimana è l'avvio dei cantieri per...