area b
area b

Quel che è certa è la data di avvio: il 25 febbraio 2019 prenderà ufficialmente il via Area B, la nuova zona a traffico limitato di Milano, che comprende tutta la città, in cui non potranno più circolare le auto più inquinanti, i diesel fino agli euro 3. Il provvedimento, che creerà la zona a traffico limitato più grande d’Italia, è slittato di quasi un mese rispetto alla data annunciata in precedenza del 21 gennaio.

I CAMBIAMENTI • Area B sarà in vigore in tutta la città dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 19.30. Entro il 25 gennaio sarà completato il posizionamento della segnaletica stradale e saranno attivate le prime 15 telecamere in altrettanti varchi di ingresso in città. Da marzo progressivamente saranno collocate altre 78 telecamere per arrivare a 98 entro la fine del 2019. Tutti i 188 varchi con telecamere saranno completati entro il 1 ottobre del 2020. In questi giorni, intanto, parte una campagna informativa del Comune destinata ai cittadini che dovranno conoscere il funzionamento di Area B. I residenti a Milano avranno 50 giornate di permesso annuali, in cui potranno circolare anche con le auto inquinanti, mentre dal secondo anno le giornate saranno 25.

In concomitanza con l’avvio di Area B il Comune di Milano lancia una sperimentazione dedicata agli ambulanti dei mercati rionali e inoltre estende i contributi per sostituire l’auto ai cittadini che hanno un reddito basso, con Isee sotto o pari a 14.000 euro. In particolare, gli ambulanti che hanno una concessione negli spazi dei mercati rionali di Milano valida fino alla fine del 2020, potranno circolare anche con Diesel euro 3 ed euro 4 (lo stop a queste vetture scatterà a ottobre 2019) grazie a una speciale scatola nera, l’Obu – On Board Unit, che calcolerà fino a un massimo di mille chilometri all’anno percorsi in Area B.

I NUMERI • Area B coinvolgerà un’area di quasi 1.400.000 abitanti (il 97,6 per cento della popolazione residente) e sarà vasta quasi quanto i confini della città, ovvero il 72 per cento dell’intero territorio comunale. Al suo interno, entro il 2030, sarà vietato l’accesso a tutti i veicoli diesel. Per ulteriori info comune.milano.it.