16.9 C
Milano
15. 05. 2021 14:00

A Milano una targa proveniente dal “futuro”: il mistero sull’incisione di Porta Venezia

Una strana targa con un'ancora più strana scritta è apparsa nei giardini di Porta Venezia: di cosa si tratta?

Più letti

Ai giardini di Porta Venezia a Milano è comparso una strana targa in metallo. Sulla base di un tronco segato nel parco è stata affissa una lastra metallica con scritto: «A imperitura memoria della tipografia Albemuth, baluardo del ciclostile durante il bando della carta, qui dato in pasto al rogo. 14 agosto 2276». Che cosa vorrà mai dire?

Mistero. Queste strane targhe non sono comparse solo a Milano, ma un pò in tutta Italia. Sembrano arrivare dal futuro e commemorare strani personaggi che di umano sembrano aver poco, o perlomeno la loro unamità si è persa a causa dell’imporsi di una “dittatura tecnologica”. Così le targhe diventano l’occasione per ricordare giovani giustiziati rei di non aver un profilo social oppure deportazioni verso Marte per aver infranto le regole della community.

Ma chi si cela dietro a questi “messaggi dal futuro”? No, non si tratta di profeti, ma del progetto di un collettivo artistico chiamato DustyEye. Nonostante vogliano rimanere anonimi hanno dato vita ad una provocazione irriverente e geniale allo stesso tempo: raccontare attraverso messaggi distopici la realtà attuale, in cui l’uomo sembra aver sostituito i propri valori con un egocentrismo esasperato causato dall’ossessione per i social e i selfie sottomessa all’incontrovertibile giudizio morale di likes e views.

 

In breve

L’amministratore delegato dell’ex Ilva: «L’aria di Taranto è venti volte più pulita di quella di Milano»

Parole di fuoco quelle di Lucia Morselli, amministratore delegato di Acciaierie Italia Spa, che gestisce gli stabilimenti dell'ex Ilva...