26.2 C
Milano
25. 07. 2024 11:24

Piazzale Baiamonti, richiesta di blocco dei lavori al cantiere del Museo della Resistenza

Lettera inviata al Sindaco Beppe Sala in primis

Più letti

Prosegue la telenovela legata al glicine di piazzale Baiamonti. L’associazione Animal King, con il sostegno del Comitato Baiamonti Verde Comune, dell’Associazione Nazionale Combattenti e reduci di Milano Sez. Volta-Garibaldi e dell’Associazione Parco Piazza d’Armi le Giardiniere, ha infatti presentato richiesta di blocco dei lavori al cantiere del Museo della Resistenza in Piazzale Baiamonti dopo aver constatato il 20 luglio una profonda incisione in due tronchi del glicine segnalato come luogo di nidificazione.

Piazzale Baiamonti, la richiesta

L’associazione in una lettera inviata al Sindaco Beppe Sala in primis, ad altri esponenti dell’amministrazione responsabili del verde e ai garanti degli animali, afferma che si tratta di azione in violazione degli articoli 31 commi 8,10,11 del Regolamento Tutela Animali Comune di Milano in quanto compiuta in pieno periodo di nidificazione e che a seguito dell’intervento il glicine, la cui età supera i 70 anni, rischia di non sopravvivere, così come il resto del pergolato, e pertanto chiede il blocco dei lavori nel sito e l’assoluto divieto di abbattimento o potatura di qualsivoglia albero o cespuglio ivi presente.

Piazzale Baiamonti, la protesta

In sostegno di questa richiesta, per esigere certezze anche sulla sorte dei tigli ancora a rischio presenti nell’adiacente giardino Lea Garofalo in quanto non è stata ancora presentata la promessa variante che dovrebbe salvarne qualcuno, e per ribadire la necessità di non sacrificare nessuno spazio verde e nessuna pianta per progetti immobiliari, e che in questo caso tengono in ostaggio il Museo Nazionale della Resistenza, il Comitato Baiamonti Verde Comune ha indetto un presidio di protesta con conferenza stampa per giovedì 27 luglio alle ore 18.30 in via Volta 22 presso la Camera del non lavoro.

Il glicine di piazzale Baiamonti

Margherita Del Piano del comitato Baiamonti Verde Comune aveva già suonato il campanello d’allarme: «Molti pensano che il glicine sia solo uno ma non è così. Il sindaco Beppe Sala ha parlato di una potatura ma il problema non è la chioma degli alberi quanto le loro radici. Non si sa quanto siano sviluppate sotto terra e se verranno danneggiate dai lavori. Per ora la questione è stata chiusa con una soluzione che sarebbe un compromesso ma bisogna vedere se sarà davvero così».

In breve

Il Municipio 1 vince il FantaMunicipio 2024, il presidente Abdu: «Tuteliamo le identità dei singoli quartieri»

Il FantaMunicipio di Mi-Tomorrow di quest’anno ha visto trionfare il Municipio 1 guidato dal 2021 dal presidente Mattia Abdu...