25.2 C
Milano
22. 06. 2021 10:57

Riattivazione Ztl, il centrodestra attacca il Comune: «Provvedimento vergognoso»

Il comune riaccende le telecamere della Ztl: il centrodestra sul piede di gurerra

Più letti

Il Comune di Milano ha annunciato che a partire dal 9 giugno partirà la riattivazione Ztl, ovvero tornerà in funzione Area B, mentre Area C tornerà agli orari pre pandemia.

Riattivazione Ztl, De Corato: «Il Comune deve far cassa»

La decisione di Palazzo Marino ha scatenato le polemiche del centrodestra. «Quella di riattivare Area B è una scelta vergognosa: per il solo scopo di fare cassa il Comune di Milano rischia di vanificare l’ottima campagna vaccinale portata avanti da Regione Lombardia», ha denunciato il consigliere di forza Italia, Gianluca Comazzi.

C’è chi poi parla della riattivazione Ztl come un provvedimento contro i meno abbienti. «Area B è un provvedimento classista perché toglie diritto di muoversi a chi non ha i soldi per cambiare auto – ha dichiarato il capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale, Fabrizio De Pasquale -. È penalizzante per lavoratori e imprese che dopo un anno di Covid sono obbligate a investire sui mezzi. È inutile per l’ambiente come dimostrano gli scostamenti registrati dalle polveri quando è in funzione o meno, è iniquo perché oggi sanziona alcuni cittadini e altri no a seconda della effettiva installazione delle telecamere».

Non va per il sottile neanche l’assessore regionale alla Sicurezza, Riccardo De Corato: «Si tratta di misure completamente inutili – ha sottolineato -, che non servono a ridurre l’inquinamento, soprattutto considerato che secondo quanto riportato sul sito di Arpa le sue centraline a Milano da 9 giorni registrano una concentrazione di Pm10 che non supera i 30 µg/mü e quindi nella norma».

In breve

A Milano un giardino in memoria di Nilde Iotti

Alla presenza dell’assessore alla Cultura Filippo Del Corno, del Presidente del Consiglio comunale Lamberto Bertolé e dell’assessora alla Cultura...