26.2 C
Milano
21. 07. 2024 22:48

Via Bolla, ci risiamo: scippi, liti, coltelli ed inquilini irregolari 

Edifici popolari occupati e malavita, perché Aler non interviene? Il video 

Più letti

È sempre lei, via Bolla. Quartiere Gallaratese, zona popolare alla periferia di Milano. Siamo a due passi da Pero e dal nuovissimo quartiere di Cascina Merlata. Eppure qui, in questa piccola via dimenticata da tutti, si continua a delinquere. Case occupate in modo irregolare, liti continue fra gruppi di rumeni, zingari dappertutto, scippi, coltelli che volano. Un vero e proprio far west, dove nessuno, ad oggi, ha voglia o può intervenire.

Via Bolla, lì dove nessuno può (o vuole?) intervenire 

Nel video qui sotto si sentono urla in strada di una trentina di persone ammassate tra il cortile delle case e la carreggiata. Dalle finestre un laconico «Ci risiamo», quasi una rassegnazione che quello che sta accadendo è ormai la quotidianità. Nessuno che si meraviglia, ma fa male pensare che a Milano ci sia una via così. La Milano che predica bene e poi razzola male, che lascia le periferie alla mercé di loro stesse. Nel video si vedono disordini partiti da un furto in strada poi sfociato in un litigio. 

Lo sgombero definitivo che non arriva mai e la riqualificazione della via

C’è a chiedersi quando arriverà lo sgombero definitivo degli irregolari e la riqualificazione degli edifici popolari fatiscenti, quelli dei numeri civici 38 e 42. Lì ci sono solo abusivi, degrado e microcriminalità. L’ultima ha visto protagonisti due romeni, un ragazzo di 20 anni e una donna di 39, che hanno segnalato di essere stati avvicinati da due connazionali che hanno strappato al ventenne un borsello con dentro il suo portafoglio. 

Via Bolla
Via Bolla

La polizia fa quel che può, ma Regione Lombardia dov’è?

Qualcuno ha chiamato il 112 e sul posto sono intervenute le Volanti della polizia insieme al 118. Nessuna cura medica, solo tanti urli. Quelli che sono all’ordine del giorno. Ma a che punto siamo con lo sgombero? Fabio Galesi, vicepresidente del Municipio 8, su Facebook spiega: «Nelle scorse settimane assieme alla presidente del Municipio 8 Giulia Pelucchi abbiamo richiesto ad Aler Milano di fornirci la tabella del cronoprogramma degli interventi previsti presentato in commissione municipale nel mese di Luglio. – le sue parole – La presidenza di Aler ci conferma quanto dichiarato in commissione, ma non ci hanno inoltrato le tabelle dei cronoprogramma richieste. Come Municipio 8 vogliamo sapere se è stata bandita la gara d’appalto e l’aggiudicazione dei lavori all’impresa anche perché lo sgombero dell’area è subordinata all’avvio dei lavori il giorno stesso dello sgombero. Purtroppo questa domanda non è stata evasa, i documenti richiesti non sono stati allegati dell’email».

In breve

Il Municipio 1 vince il FantaMunicipio 2024, il presidente Abdu: «Tuteliamo le identità dei singoli quartieri»

Il FantaMunicipio di Mi-Tomorrow di quest’anno ha visto trionfare il Municipio 1 guidato dal 2021 dal presidente Mattia Abdu...