milano olimpica
milano olimpica

Il FantaMunicipio di questa settimana non poteva che essere dedicato alla Milano olimpica che sarà nel 2026. Parliamo di sport, dunque, con i progetti che interesseranno i Municipi 4, 5, 7 e 8: il PalaItalia di Santa Giulia (arena da 15.000 posti), il villaggio olimpico nell’ex scalo di Porta Romana, il futuro di San Siro (che dovrebbe ospitare la cerimonia di inaugurazione) e l’ex Palasharp che diverrà il tempio dell’hockey (e ci sarà tempo per far appassionare i milanesi!).

Ma parliamo anche di sport diffuso in città, a prescindere dall’evento a cinque cerchi del 2026: andiamo a NoLo, dove proseguono i lavori nell’ex piscina per un nuovo campetto multifunzionale, poi torniamo anche in Bicocca per celebrare nuovamente il “canestro” fatto da Danilo Gallinari.

Municipio 1 – La sentenza sul Lirico – Voto 6
Un interrogativo in meno sul Teatro Lirico di via Larga, chiuso dal 1999. La sentenza del Consiglio di Stato ha accolto l’appello del Comune, ritenendo legittimi i provvedimenti con cui è stata individuata la concessionaria dello spazio. A questo punto non resta che ripartire con i lavori di riqualificazione: a fine maggio l’impresa appaltatrice aveva ottenuto il nulla osta alla quinta variante tecnica, ma ormai nessuno si sbilancia più su quando il teatro potrà finalmente aprire i battenti.

Municipio 2 – Trotter, sport nell’ex piscina – Voto 7
La grande vasca al centro del parco Trotter (zona NoLo), prima inaccessibile e invasa dalle piante, sta tornando al suo antico splendore. Come già noto, non sarà più una piscina per i bambini (idea troppo onerosa) ma un campo sportivo multifunzionale dove giocare a basket, pallavolo e calcetto per un costo complessivo di 580mila euro. Nel frattempo funziona, e piace ai residenti, la zona 30 di via Rovereto all’uscita/ingresso del polmone verde. NoLo migliora grazie al lavoro di tutti.

Municipio 3 – Tanti, troppi in piscina – Voto 6,5
Dopo la riapertura, la piscina Ponzio è stata invasa da una massa di milanesi al di sopra delle aspettative con relative lunghe code: tanto da aver indotto l’assessore municipale Massimo Scarinzi a proporre un biglietto elettronico a partire dal 2020. E pare che si lavorerà, d’ora in avanti, per consentire ai cittadini di caricare i ticket d’ingresso sulla futura tessera prepagata Atm. Una soluzione innovativa ed efficace: nel frattempo, però, si chiederà di aumentare il personale alla cassa.

Municipio 4 – Numeri e date sul PalaItalia – Voto 7,5
Si sarebbe fatta comunque, ma adesso la necessità diventa urgenza: parliamo dell’Arena PalaItalia di Santa Giulia, futuro palazzetto dello sport in ottica Olimpiadi. Serve una variante urbanistica non facile, perché la rigenerazione del quartiere è stata pensata negli anni Novanta con volumetrie molto più alte. Prima della pausa estiva verranno pubblicati i documenti per una valutazione ambientale, con l’obiettivo di approvare la variante entro l’inverno. Cento milioni il costo, chiusura lavori entro il 2024.

Municipio 5 – Nell’ex scalo il villaggio – Voto 7,5
Restando in tema Olimpiadi, il villaggio olimpico sarà realizzato nell’ex scalo ferroviario di Porta Romana. Il progetto non necessita di ulteriori passaggi politici: è sufficiente l’accordo di programma tra Fs, Comune e Regione. Ma bisogna fare il masterplan del piano attuativo: Fs è già al lavoro per lanciare dopo la pausa estiva la gara, che dovrà tenere conto anche di ulteriori indicazioni del Cio. Dopo il 2026 il villaggio sarà trasformato in residenze universitarie.

Municipio 6 – Apre Solari per la M4 – Voto 7
La prima talpa è arrivata negli scorsi giorni alla stazione Solari: prossimamente si completeranno le attività di traslazione della stessa all’interno della stazione e inizieranno le attività di smontaggio. Con l’arrivo della seconda, prevista tra poche settimane, la tratta ovest sarà terminata. Un bel passo, annunciato da M4 e Comune, per un’infrastruttura che regalerà alla città vivibilità e mobilità al passo con i tempi. Sabato 6 luglio il cantiere Solari sarà aperto ai cittadini dalle 10.00 alle 18.00.

Municipio 7 – Quale futuro per San Siro? – Voto 6,5
Olimpiadi 2026: quale futuro per il mitico stadio San Siro? Il sindaco Giuseppe Sala è stato molto chiaro: l’impianto ci sarà nel 2026 e ospiterà l’attesa cerimonia di inaugurazione. Ma dopo? Se ne parla da tempo, ma nulla è ancora deciso e nessun progetto è stato presentato ufficialmente dalle due squadre. Immaginare la coesistenza di due impianti vicini è effettivamente arduo, per una questione di manutenzione e costi. Ma Milano è (anche) San Siro: non è un fattore trascurabile.

Municipio 8 – L’hockey all’ex Palasharp – Voto 7,5
Sui resti dell’ex Palasharp nascerà la Milano Hockey Arena, un impianto da 7,2 milioni di euro (questa la cifra indicata nel dossier di candidatura per le Olimpiadi). E sarà pronto entro la fine del 2021, salvo ritardi, per consentire ai milanesi di innamorarsi di questo sport nordico. Palazzo Marino vuole concludere entro dicembre la gara, per poi chiudere entro marzo 2020 il contratto finanziario. A giugno un progettista dovrà presentare un piano finale di ristrutturazione. E via così.

Municipio 9 – Altro canestro per Gallinari – Voto 8
Torniamo volentieri a parlare di Danilo Gallinari che, al secondo anno con l’iniziativa We Playground Together, regalerà alla città un altro campetto da basket: sarà un campetto dal design innovativo, colorato di blu, verde e viola con le lettere D e G in mezzo al campo. Verrà inaugurato ufficialmente il 21 luglio, nella zona tra viale Sarca e la Collina dei Ciliegi in Bicocca. Ma non è finita qui: ci sarà un terzo dono alla città, nel 2020. Un grande sportivo, dal cuore ancora più grande.


www.mitomorrow.it

www.facebook.com/MiTomorrowOff/