23.7 C
Milano
21. 06. 2024 12:26

Che estate sarà per i Comuni dell’area metropolitana?

Nell'Hinterland si predispongono piani per le famiglie: dagli oratori condominiali ai regolamenti nei parchi, compreso il baby sitting

Più letti

Che estate sarà per i Comuni dell'area metropolitana?
Che estate sarà per i Comuni dell’area metropolitana?

Centri estivi sì, centri estivi no. In attesa di disposizioni precise, i singoli comuni si stanno già organizzando su come aprirli in sicurezza. Per farlo, in questi giorni alcune amministrazioni stanno chiedendo alle famiglie di esprimere le loro esigenze. Intanto i parchi continuano a essere i luoghi più sorvegliati di questa Fase 2 e i Comuni cercano di far fronte alle difficoltà dei commercianti in crisi.

 

 

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Che estate sarà per i Comuni dell’area metropolitana?

Settimo e Segrate il Comune di Settimo Milanese ha pubblicato un questionario rivolto ai genitori, da compilare entro dopodomani, giovedì 14 maggio. Le domande riguardano i giorni e gli orari preferiti, ma anche i luoghi dove le famiglie vorrebbero che i bambini passassero l’estate mentre i genitori lavorano: dai giardini pubblici ai centri sportivi, dai cortili condominiali agli oratori. Anche Segrate invita i genitori a compilare il questionario entro il 17 maggio. L’amministrazione ha inoltre comunicato che un terzo della tariffa pagata per il periodo gennaio-marzo per il pre e dopo scuola sarà rimborsato.

Sesto. Roberta Pizzochera, assessore ai Servizi Sociali di Sesto, ha proposto al Coordinamento dei Comitati genitori, ai dirigenti scolastici e ad Ats di costituire un comitato per affrontare la questione dei centri estivi. Martedì 19 maggio ci sarà il primo incontro. «Ancora non sappiamo le modalità con cui potranno svolgersi i centri ricreativi estivi, ma il bando è in via di aggiudicazione definitiva. Se poi ci fosse la disponibilità ad un’apertura estiva anche delle scuole paritarie e degli oratori riusciremmo ad avere spazi idonei per tutti», ha dichiarato l’assessore.

Pregnana. Per andare incontro alle esigenze delle famiglie, la Giunta di Pregnana Milanese sta pensando di creare un elenco di babysitter professioniste, di ampliare lo spazio compiti e di organizzare attività estive per bambini riuniti in piccoli gruppi.

Cesano Boscone. Il sindaco Simone Negri ha deciso di regolamentare le passeggiate nei parchi: tutti dovranno seguire un percorso in un solo senso di marcia. In questo modo sarà più difficile trovarsi davanti persone a una distanza inferiore a quella di sicurezza.

Cernusco. Si chiama “Quattro passi”. E’ l’iniziativa che il Comune di Cernusco sul Naviglio mette a disposizione delle famiglie con bambini o adulti disabili. A loro è dedicato lo spazio presso il giardino dell’Istituto Comprensivo Montalcini. Per ogni famiglia che ne farà richiesta sarà previsto un accesso in orari precisi e, in accordo con i servizi sociali, potrà aggiungersi un educatore professionale. Chi è interessato può chiamare il numero 02.92.78.409/429 o inviare una mail all’indirizzo puad@comune.cernuscosulnaviglio.mi.it.

San Donato e Peschiera. I grandi parchi cittadini sono rimasti chiusi su ordinanza del sindaco Andrea Checchi. Una novantina di sandonatesi ha firmato una petizione online per farli riaprire. Anche a Peschiera Borromeo i parchi restano chiusi anche in questa fase.

Trezzo. A Trezzo sull’Adda si è deciso di far correre e passeggere i cittadini lungo l’alzaia della Martesana a numero chiuso. Bisognerà munirsi di biglietto d’ingresso e, superate le mille persone, l’accesso verrà chiuso.

Garbagnate. Il sindaco Daniele Barletta ha lanciato un ultimatum ai suoi concittadini: «Se nei prossimi giorni non troverò adeguata collaborazione, sarò costretto a chiudere nuovamente i parchi. Genitori ed adolescenti stanno trasgredendo le regole di divieto di assembramento, picnic e di utilizzo dei giochi. I prati pubblici sono pieni, la distanza non è rispettata, addirittura tanti ragazzi fanno partite di calcio o basket».

Cinisello, Rho e Lainate. A Cinisello è nato il Comitato di gestione e indirizzo del Distretto del Commercio, per rendere il settore “un fattore fondamentale di rilancio e volano per la ricrescita del territorio”, ha detto l’amministrazione. Il Comune di Rho ha deciso di sospendere il pagamento della fattura del secondo quadrimestre della Tari per le attività commerciali penalizzate dall’emergenza. Per tutte le informazioni si può visitare il sito aserspa.net. L’amministrazione di Lainate ha deciso di riservare uno spazio del suo sito web a tutte le iniziative e ai bandi per sostenere le imprese in difficoltà, a partire dal Bando impresa Sicura per ottenere il 100% delle spese sostenute per l’acquisto di guanti e mascherine per i dipendenti.

Le visiere tecnologiche di Raffaele Milone

Non solo i guanti e le mascherine, ma anche le visiere sono utili per proteggersi dal coronavirus. In uno dei Comuni dell’Hinterland, a Cassano D’Adda per la precisione, il giovane Raffaele Milone le sta realizzando con la stampante 3D, grazie al progetto Fermento, legato al bando Idee in azione lanciato da Dopofficina, realtà che coordina una serie di attività rivolte ai ragazzi dagli 11 ai 25 anni. Al momento Raffaele ha già prodotto 300 visiere, che sono state distribuite a medici, infermieri, operatori sociali e sanitari e lavoratori a contatto con il pubblico. I soggetti appartenenti a queste categorie interessati a ricevere le visiere possono chiamare Dopofficina al numero 333.74.43.809. 

Che estate sarà per i Comuni dell'area metropolitana?
Che estate sarà per i Comuni dell’area metropolitana?

In breve

FantaMunicipio #35: con il Comune storia di gerarchie e di ascolti a metà

Piscina Scarioni e Chiaravalle: due ambiti per cui è interessare esaminare le mosse del Comune e il ruolo del...