14.1 C
Milano
26. 05. 2024 05:00

Alessandro Impagnatiello, i verbali dell’amante: «Io e Giulia Tramontano ci siamo abbracciate»

Il caso della morte di Giulia Tramontano continua a tenere banco

Più letti

Il caso della morte di Giulia Tramontano continua a tenere banco. In particolare sono usciti i verbali della 23enne amante di Alessandro Impagnatiello, che la sera del delitto, dopo essersi incontrata con Giulia Tramontano, l’aveva cercata con telefonate e messaggi. Tutto inutile, se non per le risposte inviate dal compagno nella messinscena dopo il delitto.

Alessandro Impagnatiello, l’amante

Non solo: quel giorno Giulia e la 23enne collega di Impagnatiello si erano viste sotto all’Armani hotel di via Manzoni. «Il nostro incontro è stato veramente cordiale tant’è che appena ci siamo viste ci siamo abbracciate per solidarietà femminile. Mi ha detto che Alessandro non avrebbe mai visto il figlio e che a lei interessava solo il bimbo e la sua salute. Sarebbe comunque tornata a Senago, dopo il nostro incontro, per parlare con Alessandro e per lasciarlo. Io le ho anche proposto, se ne avesse avuto bisogno, di venire da me a casa a dormire. Lei disse di non preoccuparmi ringraziandomi».

Alessandro Impagnatiello ha confessato l'omicidio Giulia Tramontano
Alessandro Impagnatiello ha confessato l’omicidio di Giulia Tramontano

Alessandro Impagnatiello, la notte dell’omicidio

Sulla notte dell’omicidio: «Io ho chiesto subito ad Alessandro dove fosse Giulia e lui che si trovava sul balcone mi disse che Giulia stava dormendo. Ho chiesto di confermarmi questa cosa e lui mi disse che era da un’amica. A seguito delle mie insistenze, si è recato in casa e mi ha fatto fare vedere il letto dove non c’era, poi mi ha fatto vedere anche il divano, su mia richiesta. Mi disse che era andata da una sua amica. Me lo disse anche su un audio whatsapp. Comunque in casa, dalle immagini che Alessandro mi mostrava, Giulia non c’era ma Alessandro era palesemente agitato tanto da apparire sudato».

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Le parole di Alessandro Impagnatiello

Gli inquirenti intanto hanno approfondito l’accaduto analizzando tutto quello che è in loro possesso, comprese le ultime chat su whatsapp tra i due e i messaggi che si sono scambiati. Messaggi arrivati, alcuni, anche dopo che Alessandro Impagnatiello aveva ucciso la stessa Giulia Tramontano.

Come quello scritto alle 19.04 di lunedì scorso, vale a dire due giorni dopo l’omicidio: «A te che sei stata la prima ed unica ragazza ad avere accolto mio figlio dopo che mi lasciai con (la precedente compagna, ndr) – si legge -. E mio figlio ho sempre cercato di proteggerlo fino alla fine, come ben sai all’inizio ci ho messo qualche settimana per rivelarti di avere un figlio, ma la tua risposta è stata “ah sì? Bene!”. Mi hai fatto esplodere il cuore. Non volevo spezzare il tuo io invece».

E ancora: «Non volevo che non ti brillassero più gli occhi quando stavamo insieme. Hai il pieno delle ragioni, ma voglio chiederti solo un favore. Dicci solo che stai bene. Dicci che sei fuggita in qualche paese lontano per buttare giù tutto. Solo questo, ti prego».

In breve

FantaMunicipio #31: sempre più verde nelle aree riqualificate?

Una città più verde, ma verde davvero, fa bene a tutti. Ma c'è ancora tantissimo da fare. Alcuni rappresentanti...