21.9 C
Milano
19. 05. 2022 01:23

Nasce il nuovo Four Seasons di Milano: molto più che un semplice hotel

La ristrutturazione ha dato vita ad una nuova Lobby, al Ristorante Zelo, il Bar Stilla e lo storico giardino, la fotogallery completa

Più letti

È stato finalmente svelato il nuovo Four Seasons di Milano, che punta ad essere molto più che un semplice hotel. Sorge nel cuore del quadrilatero della moda e si presenta con un nuovo stile metropolitano e cosmopolita firmato dalla designer e architetto Patricia Urquiola.

Il nuovo Four Seasons di Milano, nato dall’estro di Patricia Urquiola

Il Four Seasons di Milano è nato, all’interno dello storico ex convento del XV secolo, nel 1993. Al tempo era il primo presente in Europa continentale e divenne rapidamente punto di riferimento per la città e non solo. L’hotel si svela oggi rinnovato nelle aree comuni, il Ristorante, il Bar e il suggestivo giardino mantenendo il suo fascino e sofisticata bellezza che trascende qualsiasi tipo di stile e tendenza. E l’ha fatto scegliendo l’architetto Patricia Urquiola per la sua nuova veste; spagnola di origine, vive e lavora a Milano, città in cui ha studiato sotto la guida del grande maestro del design, Achille Castiglioni. 

Tutte le novità

La lobby accoglie gli ospiti con uno spazio che cambia carattere; la scelta dei colori neutri e chiari dialoga con gli affreschi originali dell’ex convento, mentre le pareti si arricchiscono con inserti in bronzo e specchi. La leggerezza dei lampadari e dei punti luce, firmati Cassina, Aggiolight Custom Lamps e Flos, i tessuti e paraventi creano un’atmosfera intima ed elegante, mentre il distintivo soffitto a cassettoni della lobby, rivisitato con una doppia cornice, diventa un dettaglio senza tempo del nuovo Four Seasons. Gli arredi si presentano con pezzi iconici delle collezioni di brand italiani come Cassina, Poliform, Moroso, Poltrona Frau e Stepevi.

Il nuovo Ristorante Zelo e il Bar Stilla

Dalla lobby lo spazio conduce al Ristorante Zelo, guidato dallo Chef Fabrizio Borraccino. Il Ristorante offre un menu ricco di piatti sfiziosi e leggeri di giorno, quando è un vero e proprio bistrot, mentre la sera propone un nuovo menu à la carte e un menu degustazione a sorpresa che lo chef avrà il piacere di presentare ai suoi ospiti. L’offerta è stata completamente rielaborata in base alle esigenze della clientela cosmopolita, la stagionalità e la sostenibilità sono concetti essenziali della nuova proposta.

Il Bar Stilla è un invito alla socialità, avvolti dall’atmosfera di convivialità e raffinata eleganza. Un luogo dove ritrovarsi ad ogni ora, dal caffè del mattino ad uno snack durante le ore lavorative, all’aperitivo la sera. Camino, uno degli angoli più amati dell’hotel, diventa uno spazio polivalente con un angolo cantina, per la degustazione di vini pregiati.

La soddisfazione dell’architetto Patricia Urquiola 

«Nel progetto del Four Seasons Hotel Milano ho voluto rinnovare gli spazi con grande rispetto per la storia dell’hotel e un approccio di dialogo con il contesto urbano milanese. Ho tenuto conto dell’affetto dei molti clienti abituali legati all’hotel. La sfida è stata quella di reinterpretare un luogo-statement della città in chiave contemporanea, ponendo, allo stesso tempo, l’accento sul passato e sulle origini del palazzo, di cui rimangono tuttora gli affreschi e il chiostro centrale. Le aree comuni di questo hotel sono luoghi in cui si esprime profondamente la sua personalità, attraverso un linguaggio di colori sobri e forme pure che rimandano all’heritage cinquecentesco, studiando il rapporto fra la luce e gli spazi ed enfatizzando i preziosi affreschi originali in chiave contemporanea» afferma Patricia Urquiola.

Il giardino 

Il giardino all’interno dell’elegante chiostro diventa un’estensione anche del Bar Stilla e del Ristorante Zelo, realizzato dall’esperto architetto paesaggista e agronomo Flavio Pollano – intenditore di “verde verticale”, botanica e progettazione di giardini. «Un nuovo, entusiasmante capitolo per Four Seasons Hotel Milano. Abbiamo lavorato in questi mesi pensando alla città, a come Milano sia la metropoli cosmopolita che il mondo guarda, dove sorgono nuove idee e tendenze. Ri-apriamo l’iconico il Four Seasons Hotel lieti di dare il bentornato e il benvenuto ai clienti della nostra città e del mondo intero nel luogo iconico più ammirato di Milano».  Così Andrea Obertello, Direttrice di Four Seasons di Milano.

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...