25 C
Milano
27. 07. 2021 17:27

Draghi: «Pandemia non ancora sconfitta, ma si intravede una via d’uscita non lontana»

Il premier Draghi è intervenuto con un videomessaggio alla conferenza "Verso una strategia nazionale per la parità di genere»

Più letti

Il presidente del consiglio Mario Draghi è intervenuto con un videomessaggio alla conferenza “Verso una Strategia Nazionale sulla parità di genere”. È stata un’occasione per fare il punto sulla situazione epidemiologica e parlare di parità di genere in una giornata significativa come l’8 marzo.

Le dichiarazioni. «La pandemia non è ancora sconfitta ma si intravede, con l’accelerazione del piano dei vaccini, una via d’uscita non lontana – ha dichiarato Draghi -. Ci troviamo tutti di fronte, in questi giorni, a un nuovo peggioramento dell’emergenza sanitaria. Ognuno deve fare la propria parte nel contenere la diffusione del virus. Ma soprattutto il governo deve fare la sua. Anzi deve cercare ogni giorno di fare di più».

Tuttavia il premier afferma che per raggiungere la meta finale serva ancora unità. «Questo non è il momento di dividerci o di riaffermare le nostre identità – ha sottolineato il presidente -. Ma è il momento di dare una risposta alle tante persone che soffrono per la crisi economica, che rischiano di perdere il posto di lavoro, di combattere le disuguaglianze. Non voglio promettere nulla che non sia veramente realizzabile. Le mie preoccupazioni sono le vostre preoccupazioni. Il mio pensiero costante è diretto a rendere efficace ed efficiente l’azione dell’esecutivo nel tutelare la salute, sostenere chi è in difficoltà, favorire la ripresa economica, accelerare le riforme».

Nel videomessaggio indica anche gli strumenti che verranno messi in pratica per alleviare questa difficile situazione segnata dalla crisi economica. «Gli strumenti che dobbiamo impiegare sono vari – ha aggiunto Draghi -, penso tra gli altri ai congedi parentali, penso al numero dei posti negli asili nido che ci vede inferiori agli obbiettivi europei, e sulla loro distribuzione territoriale che va resa ben più equa di quanto non sia oggi».

In breve

L’immancabile ironia di Taffo: «Qui si entra senza green pass»

Taffo Funeral Service, l'agenzia funebre più celebre in Italia, colpisce ancora una volta per la sua ironia. Questa volta...