15.4 C
Milano
18. 05. 2021 22:38

Lombardia, tutti gli indizi portano alla zona rossa. Fontana: «I contagi aumentano, ma sappiamo difenderci»

Tutti gli indicatori non fanno ben sperare per il futuro della Lombardia

Più letti

Per la Lombardia sarà una settimana sotto stretta osservazione. Il rischio di un cambio colore verso il rosso è più che probabile nonostante le rassicurazioni del governatore Attilio Fontana. «I numeri non stanno migliorando, a causa delle varianti siamo entrati nella terza ondata: i dati ospedalieri sono in netta crescita, ma non è la stessa situazione di un anno fa, sappiamo come proteggerci», ha dichiarato nella giornata di ieri.

Attesa. Nonostante i proclami la Lombardia potrebbe subire il 16esimo cambio di colore in 5 mesi. Un vero e proprio record. Tutto dipenderà dalle prossime del governo. Ieri il Cts ha suggerito nuove restrizioni per i fine settimana che dovrebbero riprendere il modello delle vacanze natalizie.

Un altro punto che potrebbe far variare la posizione della Lombardia è l’introduzione del parametro della soglia di 250 contagi per 100mila abitanti per determinare il passaggio automatico in zona rossa. Attualmente la media della regione è a quota 313, ma nella provincia di Brescia, la più colpita dalla terza ondata, i valori raggiungono la preoccupante cifra di 580 contagi ogni 100mila abitanti.

Negli ospedali la pressione continua a farsi sentire. . «In Pronto soccorso al Policlinico siamo passati da 5-6 pazienti al giorno al doppio, di cui la metà da ricoverare: abbiamo appena convertito un altro reparto», spiega il direttore di Pneumologia Francesco Blasi. Anche l’indice Rt non fa ben sperare: l’ultimo valore a Milano segnava 1,28.

 

In breve

Scuola, si riaccende la protesta: occupato il cortile del liceo Parini

Gli studenti tornano a protestare. Questa mattina alcuni studenti del liceo Parini a Milano hanno occupato il cortile dell'istituto...