7 C
Milano
28. 01. 2022 23:08

Aereo caduto a San Donato: nella “scatola nera” nessun dato. Cosa è realmente accaduto?

I dati della scatola nera sono fermi ad aprile

Più letti

Lo scorso 3 ottobre un aereo è caduto a San Donato: si tratta di un Pilatus, una tipologia di aereo privato che non richiede necessariamente un registratore di volo.

La tragedia dell’aereo caduto a San Donato

Lo schianto del Pilatus-Pc 12 è avvenuto su una palazzina vuota vicino il capolinea della fermata metro di San Donato, un comune della periferia sud di Milano. Ha causato la morte delle 8 persone a bordo, tra cui un bambino di un anno e il pilota miliardario romeno Dan Petrescu (68 anni).

L’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (ANSV) sta effettuando i dovuti accertamenti per comprendere la causa dell’incidente, ma le prime analisi sulla “scatola nera” non riporta alcun informazione relativa al giorno della tragedia: i dati risultano fermi allo scorso aprile. Il registratore di volo deve essere attivato secondo precise procedure e in seguito bisogna effettuare costantemente delle manutenzioni per accertarsi della sua efficienza.

Cosa è realmente accaduto?

Le dinamiche dell’incidente dell’aereo caduto a San Donato non sono ancora chiare, ma sono stati recuperati i filmati delle telecamere di sorveglianza poste vicino la fermata metro e anche dei video girati dai passanti.

Quel che si sa è che il Pilatus era decollato da Linate domenica 3 ottobre verso le ore 13 ed era diretto in Sardegna, ma dopo aver raggiunto circa i 4mila metri è precipitato in picchiata a quasi 90 gradi, causando l’incendio dell’edificio colpito. Nel frattempo l’ANSV sta continuando gli accertamenti tecnici dell’incidente.

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...