18.2 C
Milano
19. 09. 2021 19:44

Burioni smonta le paure: «Basta varianterrorismo»

Più letti

Si chiama E484K, ma è conosciuta anche con il nome EEK. Si tratta della variante giapponese del Covid-19 che, secondo quanto riportato dai media locali, è stata scoperta nell’ospedale universitario di Tokyo, dove il 70% dei pazienti sarebbe stato contagiato da questo coronavirus.

La tesi. Sul tema è intervenuto Roberto Burioni, virologo dell’ospedale San Raffaele di Milano, parlando di «varianterrorismo». «La variante EEK non aggira per nulla i vaccini più efficaci di Pfizer e Moderna e che peraltro i vaccini “meno efficaci” sono comunque molto efficaci nel proteggere (in generale) dalla malattia grave – ha spiegato lo scienziato -. Il fatto è che due dei vaccini (quelli a mRNA) sembrano proprio essere qualcosa che non ha paragoni, di un’altra categoria». E ancora: «La variante B1351 (sudafricana) contiene la mutazione E484K (EEK) della quale tanto sentire parlare in questi giorni. Il vaccino Pfizer sembra essere molto efficace contro di essa. Basta varianterrorismo».

In breve

Milano, la nuova Arena Santa Giulia a rischio: il ricorso al Tar preoccupa il Comune

Poche settimane fa è stato presentato il progetto finale per la nuova Arena Santa Giulia che dovrà essere completata...