8.3 C
Milano
05. 12. 2022 09:04

Un futuro da Campioni: domenica di delirio per l’Olimpia Milano

Cori per tutti, Rodriguez acclamato per restare a Milano

Più letti

Gli oltre 35 gradi di domenica non hanno fermato i tifosi biancorossi, desiderosi di festeggiare i propri beniamini dopo la conquista del 29° scudetto. I supporters dell’Olimpia Milano si sono ritrovati nel tardo pomeriggio fuori dal Mediolanum Forum per celebrare i nuovo Campioni d’Italia, tornati a conquistare il titolo dopo quattro stagioni.

Cori per tutti: giocatori, staff tecnico (tra cui mancava Gianmarco Pozzecco, già a Trieste per il primo raduno della sua Nazionale italiana, iniziato ieri), medico e società, con i decibel che si sono notevolmente alzati nel momento in cui sul palco sono saliti Grant, Shields, Ricci, Datome, Melli e Rodriguez, il più acclamato ed evidentemente emozionato, chiamato dalla folla a restare a Milano ma promesso al ritorno in casacca blanca (Real Madrid).

Olimpia Milano, preghiere per il Chacho

gigi datome armani

Non meno importanti della festa sono state le parole alla stampa di coach Messina, prima sul Chacho: «Ha cambiato l’ottica di questo club, di questa organizzazione, dando la certezza che questo fosse un posto con obiettivi importanti. Da lì sono arrivati Hines, Datome, Melli. Nessuno è eterno, lui sta facendo le sue valutazioni insieme alla famiglia, poi a seconda di quello che deciderà noi opereremo».

A seguire su altri giocatori importanti come Hall, Bentil e Grant, ma soprattutto su se stesso e sul suo futuro: «Nella mia testa quando arrivai a Milano, non credevo di andare oltre questo triennio. Questo doveva essere l’ultimo anno. Ma visto che mi diverso un sacco, ho deciso di andare avanti. Anni fa pensavo che un titolo importante potesse portarmi a smettere, invece sono scemo… E sono ancora qui».

Olimpia Milano, mercato pronto ad esplodere

Parole, queste, che fanno presagire a un mercato estivo nuovamente di altissimo livello per l’Olimpia Milano, perché è chiaro a tutti che dopo questo scudetto, Messina voglia riprovare a vincere l’Eurolega, dopo essersi fermato a una passo dalla finale nella passata stagione e dopo l’uscita con i futuri campioni in carica dell’Efes in questa ai playoff.

E il primo punto da cui ripartire sarà Kyle Hines, come confermato dal general manager Christos Stavropoulos: «Siamo molto felici di averlo ancora con noi – dopo il rinnovo arrivato proprio negli ultimi giorni –. Il suo impegno è un esempio ed era il minimo che potessimo fare».

Intanto, parlando di futuro, il roster sembra quasi fatto: «Lavoriamo sempre durante l’anno, però dobbiamo ancora finalizzare con i giocatori, faremo comunicazioni le prossime settimane. La squadra dovrà avere esperienza, ma anche freschezza. Poi è importantissimo aver giocatori italiani importanti». E questo è il presagio all’imminente annuncio di Stefano Tonut, ciliegina italiana di un mercato che rimette subito l’Olimpia in pole position per la lotta al prossimo titolo.

In breve

FantaMunicipio #12: Ied e Politecnico avanti tutta in città

Sono le università come Ied e Politecnico- e i progetti ad esse correlate - a spingere Milano in una...