13.5 C
Milano
23. 05. 2024 05:54

José Mourinho compie 60 anni, l’Inter celebra il suo amatissimo Special One

José Mourinho è l'attuale allenatore della Roma ma a celebrarlo sono soprattutto i tifosi dell'Inter

Più letti

José Mourinho è l’attuale allenatore della Roma ma oggi per il suo 60esimo compleanno, come sempre ormai, a celebrarlo sono soprattutto i tifosi dell’Inter, rimasti legatissimi al tecnico portoghese che guidò i nerazzurri alla conquista dello storico Triplete del 2010. Lo Special One, come è universalmente conosciuto, ha fatto la storia del calcio, soprattutto a Milano ma non solo.

José Mourinho, gli inizi

Tutto è partito dal Portogallo, dove José Mourinho è stato protagonista di una breve e non troppo fortunata carriera da difensore. Il calcio però è sempre stato la sua passione ed è in panchina che è diventato una leggenda. Dopo qualche esperienza anche importante come assistente, anche al Barcellona, nel 2002 tutto è cambiato quando il Porto ha deciso di affidargli la guida della prima squadra, da lui condotto al trionfo in Champions League.

José Mourinho, lo Special One

Quei trionfi gli sono valsi la chiamata del nuovo ambizioso Chelsea di Roman Abramovich. A Londra si è consacrato, pur non laureandosi campione d’Europa, ma diventando un tecnico affermato oltre che un personaggio a tutto tondo. Partendo dalla prima conferenza stampa in cui appunto si definì Special One.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Inter
Inter

José Mourinho, l’Inter

Il 2008 è stato l’anno dell’arrivo a Milano, dove si presentò con un’altrettanto celebre frase che fece subito innamorare il popolo nerazzurro. “Io non sono pirla”. Tra il gesto delle manette e gli zeru titoli, passando per la prostituzione intellettuale e il rumore dei nemici, le sue conferenze stampa diventarono oggetto di culto, mentre in campo l’Inter cresceva. Con il famoso scambio tra Samuel Eto’o e Zlatan Ibrahimovic, il cerchio fu completo e nel 2010 i nerazzurri vinsero tutto: Coppa Italia, scudetto e Champions League.

inter-juve
Torna il calcio a San Siro, la Curva Nord dell’Inter

 

José Mourinho, il post Triplete

Dopo l’Inter, Mourinho ha vissuto altre importanti esperienze tra Real Madrid e Manchester United, Tottenham e appunto Roma, passando anche per un ritorno al Chelsea. Da tecnico dei giallorossi ha conquistato la Conference League, tatuato sulla spalla al pari della coppa dalle grandi orecchie alzata al cielo con l’Inter nel 2010 e dell’Europa League, portata a casa da allenatore dei Red Devils. Un trittico storico che nessun’altro per ora può vantare.

José Mourinho e Marco Materazzi

Mourinho ancora oggi è ricordato con affetto da tutti i tifosi nerazzurri, che gli hanno anche perdonato il suo addio, sperando magari che un giorno torni. Si è fatto portavoce di questo sentimento Marco Materazzi, difensore che a sua volta è rimasto nel cuore dei tifosi dell’Inter, in una recente lettera aperta pubblicata dalla Gazzetta dello Sport.

Materazzi su José Mourinho

«C’è chi dice che a 60 anni si comincia a diventare vecchi: mi viene da ridere. Magari prima o poi diventerai vecchio anche tu, e non sono neanche così sicuro, ma hai la faccia ancora troppo furba per essere uno che si fa fregare dagli anni. Ci hai cambiato la testa, il modo di lavorare, la carriera e anche la vita e hai avuto solo un torto: ci hai allenato per troppo poco tempo, insieme potevamo vincere ancora chissà quanto. Ma ci ho riflettuto dopo, anche se per un po’ ho pensato il contrario: non ci hai fregato neanche quando te ne sei andato al Real Madrid».

In breve

FantaMunicipio #31: sempre più verde nelle aree riqualificate?

Una città più verde, ma verde davvero, fa bene a tutti. Ma c'è ancora tantissimo da fare. Alcuni rappresentanti...