4.1 C
Milano
08. 12. 2022 23:51

La ricarica a induzione nel futuro delle autostrade: «I trasporti guidano la decarbonizzazione»

Parla il Prorettore del Politecnico: «Brebemi coprirà tutta la A35»

Più letti

Il Politecnico di Milano ha partecipato nei giorni scorsi all’evento “L’Arena del futuro” a Chiari, in provincia di Brescia, dove per la prima volta in Italia è stata sperimentata la tecnologia della ricarica a induzione per i mezzi di trasporto.

Autostrade, il futuro è nella ricarica a induzione; parla il Prorettore del Politecnico

arena del futuroTra gli sviluppatori del progetto c’è il professor Dario Zaninelli, Prorettore dell’ateneo milanese, che in un’intervista ha spiegato come l’università ha lavorato a fianco di Brebemi. Il Politecnico ha avuto il compito di scegliere su quale tecnologia puntare per il futuro dell’autostrada A35 fra tre possibilità e ha consigliato proprio la DWPT, ovvero la ricarica a induzione.

«Brebemi, alla fine di una fase di test di circa 8-12 mesi, intende recuperare risorse economiche per passare dal coprire la sola Arena del futuro, appena presentata e lunga solo un chilometro, all’intero tratto autostradale di competenza che ne copre circa quaranta – racconta il professore Zaninelli a vaielettrico.it – La decarbonizzazione del Paese dipende da vari fattori, non solo i trasporti su gomma che certo hanno una quota importante. Nel ferroviario si stanno limitando i treni diesel perché conviene elettrificarli. In quello aereo si stanno studiando, anche al Politecnico, dei combustibili meno impattanti riguardo alle emissioni. La strada, per i trasporti, è forse più avanti rispetto ad altri settori. Basta vedere quante città sono passate ai bus elettrici».

In breve

FantaMunicipio #13: da orti abusivi a spazi verdi. La nuova classifica

Un paio di sopralluoghi per gli spazi verdi in città hanno ridato attenzione a due aree della città su...