0.8 C
Milano
16. 01. 2021 06:16

Meno compravendite, ma prezzi più alti: lo strano effetto Covid sul mercato immobiliare milanese

In città le case costano il 2% in più rispetto all’anno scorso, nonostante il rallentamento del Covid

Più letti

#Ioapro, primo video da un ristorante di Milano: balli, musica e tavoli pieni. Il video

La fronda dei ristoratori che hanno annunciato l'apertura serale nonostante i divieti, corre per l'Italia ma non decolla. Gli...

Zona rossa, Fontana: «Faremo ricorso». La replica di Sala: «Qualcosa non torna nelle mosse della Regione»

I dati del monitoraggio Iss hanno confermato tutte le ipotesi: la Lombardia entrerà ufficialmente in zona rossa domenica. Nonostante...

Chi apre? I ristoranti riaccendono le insegne: al via la “rivolta” di #ioapro

Com’è ormai consuetudine nell’era digitale, tutto è nato sui social. In pochi giorni un tam tam che si è...

Nella prima parte del 2020, rispetto al secondo semestre del 2019, i valori immobiliari di Milano hanno messo a segno un aumento del 2%, che fanno della città meneghina la metropoli che ha avuto la performance migliore tra le grandi città.

In particolare, secondo l’elaborazione dell’Ufficio Studi Tecnocasa su dati dell’Agenzia delle Entrate, nei primi sei mesi dell’anno le compravendite residenziali a Milano città sono state 10.138 con una diminuzione del 23,2% rispetto allo stesso periodo del 2019. E ancora: i tempi di vendita sono di 56 giorni, piazzando Milano al primo posto per velocità di vendita.

Tendenza. Il capoluogo lombardo, in generale, ha retto meglio di altre città alla pandemia, questo grazie agli interventi di riqualificazione che si stanno facendo in città, in particolare abbiamo visto una buona tenuta nelle aree semiperiferiche interessate dal futuro arrivo della metropolitana.

Buono anche il riscontro per le zone interessate dalla riqualificazione dell’ex scalo di Porta Romana e Scalo Farini. Fermento anche in Bovisa dove proseguono i lavori di riqualificazione su ex aree terziarie ed industriali e per il recupero della Goccia.

torre aurora milano

Quartieri. Le zone centrali della città hanno registrato un incremento dei valori dell’1,8% confermando, nonostante la pandemia, una buona tenuta. Un lieve aumento dei prezzi ha interessato la zona di corso Genova e via De Amicis, dove si muove un target con ottima disponibilità di spesa e dove c’è sempre un’elevata domanda ma un’offerta decisamente contenuta.

Si concentrano tipologie più signorili che, ristrutturate, raggiungono i valori più elevati: 7.000-8.000 euro al metro quadro. Crescono del 3,7% i valori abitativi nella macroarea di Lodi-Corsica in seguito ad un aumento dei valori nei quartieri ad est della città interessati dall’arrivo della linea M4 della metropolitana.

In lieve aumento i prezzi nella macroarea di Bovisa–Sempione (+3,4%), dove si segnala la buona performance del quartiere della Bovisa che continua a confermare il trend di crescita e della zona intorno a CityLife. Infine, nella zona Isola si registra un buon movimento sulla prima casa da parte di single alla ricerca di bilocali più ampi.

In breve

#ioapro sbarca a Milano: il Don Lisander da domani riapre le porte

La protesta dei ristoratori #ioapro arriva a Milano. Uno dei protagonisti della mobilitazione sarà il Don Lisander, storico locale...

Potrebbe interessarti