3.7 C
Milano
30. 11. 2020 09:31

Coronavirus, Sala: «Un anno per riprenderci la nostra vita»

Più letti

Milano, il centro si riempie, ma le spese di Natale restano “timide”

L'ingresso in zona arancione ha offerto una nuova libertà ai milanesi, perlomeno in tema di circolazione senza autocertificazione per...

Bollettino regionale, diminuisce la pressione sugli ospedali: Milano, +386

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 3.203, di cui 287 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (28.434...

Le piste da sci svizzere sono aperte. I milanesi ci provano?

Di aprire le piste da sci in Italia proprio non se ne parla. Tutto sommato i vicini svizzeri le...

«Oggi se non altro dalla lettura dei giornali si comincia a respirare un’aria diversa, c’è più voglia o addirittura necessità di parlare di ripresa, di ripartenza. Anche se è ovvio che nessuno ignora che siamo in una situazione ancora molto complessa». Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, nel consueto videomessaggio quotidiano sui social. «Siamo qui per pensare, in questa fase, a chi è più in difficoltà e garantisco che dal primo giorno abbiamo lavorato in questo senso, rimodulando la rete del volontariato, stando vicino alle fasce di popolazione più in difficoltà – ha spiegato il primo cittadino -. Sarà lunga l’abbiamo detto, quanto lunga? Presumibilmente un anno perché questo sarà il tempo necessario, ci dicono, per avere un vaccino per tutti».

Futuro. Secondo Sala, «bisognerà modulare le nostre esistenze e i nostri comportamenti ponendo attenzione a due fasce anagrafiche particolari, gli anziani e i bambini». Gli anziani «perché per la loro salute vanno protetti e addirittura isolati, ma questo è un segno di civiltà». E ancora: «Ci stiamo confrontando con i nostri bambini, con il loro tempo e la loro energia, e immaginiamo cosa succederà cl’estate. Ma così è. Da tutto ciò noi non possiamo evadere ma dobbiamo trovare un’interpretazione intelligente, anche creativa, nel rispetto delle regole di una vita cambiata in questa fase».

SCARICA L'AUTOCERTIFICAZIONE SCARICA AUTOCERTIFICAZIONE

In breve

La zona arancione non piace ai ristoratori: «Basta, siamo stremati. Torniamo in piazza»

Oggi riaprono i negozi, ma non ancora bar e ristoranti. «Basta, siamo stremati, senza ulteriori aiuti la ristorazione muore»,...

Bollettino regionale, diminuisce la pressione sugli ospedali: Milano, +386

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 3.203, di cui 287 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (28.434 oggi) e positivi che scende...

Le piste da sci svizzere sono aperte. I milanesi ci provano?

Di aprire le piste da sci in Italia proprio non se ne parla. Tutto sommato i vicini svizzeri le hanno già aperte. Ma è...

Milano si accende tra sobrietà e speranza: in arrivo le luminarie natalizie

Sobrietà e speranza, sono queste le due parole che caratterizzeranno le luminarie natalizie in città in occasione delle prossime festività. Una scelta voluta dall’Amministrazione,...

La zona arancione non piace ai ristoratori: «Basta, siamo stremati. Torniamo in piazza»

Oggi riaprono i negozi, ma non ancora bar e ristoranti. «Basta, siamo stremati, senza ulteriori aiuti la ristorazione muore», è il grido d’allarme rilanciato...

Potrebbe interessarti