12.5 C
Milano
17. 05. 2021 04:40

Covid, Zangrillo: «Terapie domiciliari assenti e l’Italia va in rosso»

Il primario del San Raffaele punta il dito contro la cattiva gestione della pandemia

Più letti

Da lunedì quasi tutta Italia entrerà in rosso ed il primario del reparto di anestesia e rianimazione del San Raffaele di Milano, Alberto Zangrillo, punta il dito sulla gestione della pandemia.

Le dichiarazioni. «La maggioranza degli accessi Covid-19 in Pronto Soccorso – ha scritto Zangrillo su Facebook – sono causati da terapie domiciliari assenti o sbagliate. Per l’abbandono del paziente e il cortisone alla prima linea di febbre, l’Italia va in rosso».

Già alcuni giorni fa lo stesso Zangrillo aveva sottolineato la mancanza di cure efficaci in fase domiciliare e l’abuso del cortisone. «Varianti, Rt, contagi, colori, rinforzi, lockdown. Manca la cosa più importante: la cura corretta», aveva scritto sui social in riferimento all’uso improprio dei corticosteroidi.

In breve

Fontana conferma le parole di Bertolaso: «Tutti vaccinati entro luglio»

Dopo il consulente Guido Bertolaso anche il governatore Attilio Fontana ha confermato che entro luglio tutti i lombardi riceveranno...