21.3 C
Milano
12. 05. 2021 19:33

Fontana e Moratti: «Decisioni all’ultimo secondo sono devastanti»

Più letti

La Lombardia non ci sta e attacca il Governo per la decisione presa stasera in merito al prolungamento della chiusura degli impianti sciistici. «Una decisione dell’ultimo secondo che dà un ulteriore colpo gravissimo a un settore che stava faticosamente riavviando la propria macchina organizzativa – ha commentato il governatore Attilio Fontana -. Ancora una volta si dimostra che il sistema delle decisioni di “settimana in settimana” è devastante sia per gli operatori, sia per i cittadini».

Comunicazione. «Trovo assurdo – ha proseguito Fontana – apprendere dalle agenzie di stampa la decisione del ministro della Salute di non riaprire gli impianti sciistici a poche ore dalla scadenza dei divieti fin qui in essere, sapendo che il Cts aveva a disposizione i dati da martedì, salvo poi riunirsi solo sabato. Solo sette giorni fa lo stesso Cts nazionale aveva dato il via libera a un regolamento molto severo per poter riaprire. Su quella base avevamo consentito la riapertura».

Dati. «Il Cts aveva i dati dei flussi già da martedì quindi poteva dare una indicazione per prendere una iniziativa più tempestiva, ha spiegato l’assessora al Welfare, Letizia Moratti, parlando di «un danno grave agli operatori». «Quello che chiediamo al governo è avere tempi più certi e non avere aperture e chiusure così a ridosso l’una dall’altra rispetto ai tempi in cui si devono preparar», ha concluso Moratti.

In breve

Torre Milano, completata la struttura esterna del “grattacielo” della Maggiolina

La Torre Milano, l'edificio di 80 metri composto da 23 piani in via Stresa a Milano, è in fase...