20.3 C
Milano
17. 09. 2021 23:36

Un’intelligenza artificiale per sconfiggere il Covid

Il San Raffaele di Milano sta sviluppando il progetto "I-Score": si tratta di un'intelligenza artificiale che permetterà di cogliere immediatamente i primi sintomi di Covid nei soggetti positivi

Più letti

Il San Raffaele di Milano, in collaborazione con Microsoft e Nvidia, è il promotore del progetto “I-Score”: un’intelligenza artificiale che potrebbe essere in grado di individuare quali pazienti hanno maggiore possibilità di sviluppare forme aggressive di Covid.

Il funzionamento.  L’intelligenza artificiale si basa su una piattaforma di apprendimento sviluppata dal professor Carlo Tacchetti e Antonio Esposito, entrambi docenti dell’Università Vita-Salute del San Raffaele. Il database del cervellone informatico è costituito dai dati clinici di oltre 2000 pazienti reclutati tra il San Raffaele, l’Ospedale Bolognini di Seriate e il centro cardiologico Monzino.

L’obbiettivo del progetto è ridurre il rischio sanitario, anche in previsione di pandemie future. «Fino a ora siamo stati incapaci di identificare correttamente e con anticipo le persone più fragili tra i pazienti con i primi sintomi della malattia – ha spiegato Carlo Tacchetti – . Vogliamo poterlo fare in modo preciso e veloce, perché solo così potremo capire chi sono i soggetti che, una volta infettati, necessitano di cure tempestive, anche in assenza di sintomi gravi».

 

In breve

Green Pass, Pregliasco: «Meglio l’obbligo vaccinale»

Mentre il green pass è stato esteso anche ai lavoratori del privato, c'è chi chiede misure più severe da...