18.8 C
Milano
23. 06. 2021 05:17

I ferrovieri incrociano le braccia: arriva il primo sciopero dei treni ai tempi del Covid

Il sindacato dei ferrovieri è sul piede di guerra: previsti disagi per pendolari e studenti

Più letti

Dopo il primo corteo scolastico arriva anche il primo sciopero dei treni ai tempi del Covid. Lunedì 28 settembre i ferrovieri incroceranno le braccia dalle 10 alle 18 causando non pochi disagi ad un trasporto pubblico già dimezzato.

Botta e risposta. Sono già iniziati a volare gli stracci tra Trenord e Orsa, il sindacato dei ferrovieri. L’azienda accusa duramente i propri dipendenti: «L’Orsa utilizza lo strumento dello sciopero in modo pretestuoso, senza mostrare alcuna sensibilità per la situazione straordinaria che la Regione e il Paese stanno vivendo a causa dell’emergenza sanitaria Covid-19 e generando disagi e rischi di sovraffollamento».

Tuttavia il sindacato non vuole stare al ricatto e replica: «Scioperiamo per le continue inadempienze aziendali, la violazione degli accordi e l’abuso del ricorso al sistema sanzionatorio, con innumerevoli quanto ingiustificati provvedimenti disciplinari a carico di tantissimi lavoratori».

La tensione tra le parti è ormai in crescendo da quando lo scorso agosto è deragliato il treno di Carnate: una lunghissima querelle di accuse tra personale e aziende sulla responsabilità dell’incidente che per fortuna non provocò alcun ferito.

Sciopero treni 28 settembre

Lo scontro inoltre si è spostato anche a livello istituzionale con il Ministro dei Trasporti pronta ad attaccare la Lombardia. «Ho chiesto un confronto alla Regione – ha dichiarato Paola De Micheli -, qui ancora collegamenti monobinario tra capoluoghi. Il servizio è inadeguato».

Non è mancata ad arrivare la replica stizzita dell’assessore regionale Claudia Terzi: «Non risulta alcuna richiesta. E lo Stato non investe».

Nonostante non saranno coinvolte le fasce di garanzia nello sciopero chi pagherà il prezzo più alto di tutta questa situazione saranno pendolari e studenti.

 

In breve

Corso Buenos Aires, sulle ciclabili si (ri)parte… con polemica

Si può considerare la più controversa realizzazione dell’amministrazione Sala, quella che ha suscitato più polemiche e che ha creato...