1.6 C
Milano
03. 12. 2020 23:16

Il virologo Crisanti: «Mentre in Veneto si isolavano i positivi, in Lombardia si pensava a far ripartire Milano»

Il virologo dell'Università di Padova, Andrea Crisanti, indica nella mancata tempestività di azioni contro il virus la causa dello tsunami epidemico lombardo

Più letti

Ecco il nuovo Dpcm. Conte: «Ulteriori restrizioni per scongiurare la terza ondata»

«Le misure sono adeguate al livello di pericolo sul territorio», ha così esordito Conte nella sua consueta conferenza stampa...

Milano, torna di nuovo la neve? I milanesi preparano guanti e cappello

Dopo la prima spolverata della giornata di ieri, potrebbe nella giornata di domani arrivare un'altra nevicata a Milano. Le previsioni. Le...

Bollettino regionale, triste record di morti nelle ultime 24 ore: Milano, +438

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 3.751, di cui 342 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (36.271...

Andrea Crisanti, direttore di Microbiologia e Virologia dell’AO Università di Padova, ha analizzato le differenze tra l’andamento epidemiologico in Lombardia ed in Veneto. Secondo l’esperto la situazione di partenza tra le due regioni non era differente, ma sono state determinanti le diverse azioni intraprese dalle amministrazioni per fronteggiare il virus.

Le dichiarazioni. «Veneto e Lombardia sono partiti con lo stesso numero di casi – ha dichiarato Crisanti durante la trasmissione Agorà -, la differenza è che per una settimana, mentre noi isolavamo capillarmente i positivi, in Lombardia pensavano a far ripartire Milano».

La discriminante tra Lombardia e Veneto sta tutta qui. A detta dell’esperto se anche Fontana e il suo entourage avessero agito tempestivamente isolando i positivi, si sarebbe evitato un effetto a catena. «La Lombardia aveva una percentuale di infetti pari a quella del Veneto – ha concluso il virologo -, che era pari al 3%. Dopo 5 giorni era salita al 15%, e dopo altri quattro o cinque giorni al 30-35%, ovvero si era trasformata in uno tsunami».

In breve

Le cartoline di Natale dei ragazzi dello Ied per essere diversamente “positivi”

Dare una nuova e ulteriore accezione alla parola positivo, ovvero essere contagiosi ma in modo diverso rispetto a quanto...

Milano, torna di nuovo la neve? I milanesi preparano guanti e cappello

Dopo la prima spolverata della giornata di ieri, potrebbe nella giornata di domani arrivare un'altra nevicata a Milano. Le previsioni. Le previsioni meteo evidenziano una perturbazione...

Bollettino regionale, triste record di morti nelle ultime 24 ore: Milano, +438

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 3.751, di cui 342 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (36.271 oggi) e positivi che sale...

Le cartoline di Natale dei ragazzi dello Ied per essere diversamente “positivi”

Dare una nuova e ulteriore accezione alla parola positivo, ovvero essere contagiosi ma in modo diverso rispetto a quanto abbiamo sperimentato da nove mesi...

“Aquile randagie”, un documentario per ricordare il gruppo ribelle di scout milanesi

Nel gennaio 1927 Mussolini decretò lo scioglimento dei reparti scout, affidando la disciplina muscolare dei giovani italiani all'Opera Barilla. Un gruppo di scout tutto...

Potrebbe interessarti