0.8 C
Milano
16. 01. 2021 07:08

La band Ghost torna con Ri-Evoluzione: «Ri-partiamo Milano»

I Ghost presentano il loro nuovo singolo: l'intervista per Mi-Tomorrow

Più letti

#Ioapro, primo video da un ristorante di Milano: balli, musica e tavoli pieni. Il video

La fronda dei ristoratori che hanno annunciato l'apertura serale nonostante i divieti, corre per l'Italia ma non decolla. Gli...

Zona rossa, Fontana: «Faremo ricorso». La replica di Sala: «Qualcosa non torna nelle mosse della Regione»

I dati del monitoraggio Iss hanno confermato tutte le ipotesi: la Lombardia entrerà ufficialmente in zona rossa domenica. Nonostante...

Chi apre? I ristoranti riaccendono le insegne: al via la “rivolta” di #ioapro

Com’è ormai consuetudine nell’era digitale, tutto è nato sui social. In pochi giorni un tam tam che si è...

Si chiama Ri-Evoluzione il nuovo singolo dei Ghost: per il duo romano composto dai fratelli Alex ed Enrico Magistri è il brano che anticipa l’album in uscita nel 2021 per festeggiare i 15 anni di discografia.

Di cosa parla il brano?

«Della voglia di non accettare passivamente l’attuale stato di cose, che mette al centro della vita il potere a discapito della dignità dell’essere umano. Il testo auspica una nuova evoluzione, è fondamentale credere nei propri sogni, anche nei momenti più difficili, solo la forza interiore può realizzare piccoli miracoli».

Qual è il messaggio?

«Donare un pizzico di speranza, incitando chi ascolta a non mollare. Con l’occasione vogliamo abbracciare fortemente la città di Milano e tutti i suoi abitanti, che in questa pandemia hanno sofferto tantissimo. Ci auguriamo di poterci tornare presto, magari per un concerto».

A Milano dovete molto.

«Il nostro primo album è stato realizzato ai Massive Art Studios, con la nostra poca esperienza abbiamo trovato quella professionalità in grado di tradurre al meglio le nostre idee musicali e di farci lavorare al meglio nel periodo successivo».

Avete avuto live su Milano?

Si. Nei primi anni di discografia abbiamo partecipato ad alcune rassegne Live, insieme ad altre band. Successivamente ci sono stati vari showcase negli store nei periodi di uscita dei nostri album. Ultimamente abbiamo realizzato anche un live in teatro, con una buona partecipazione di pubblico. Speriamo di tornare presto.

Il vostro posto preferito?

Apprezziamo molto le grandi opere di Architettura Moderna che hanno rivoluzionato la città. Con il cuore siamo ancora legati al Duomo, al Castello Forzesco, alla Galleria Vittorio Emanuele e soprattutto ai Navigli, che abbiamo frequentato nel periodo delle registrazioni. I Navigli, nella loro semplicità hanno un fascino particolare, un mix tra intimità e condivisione, un po’ come molti “spaccati” di Roma.

Differenze con Roma?

Da una parte la storia, unica al mondo e inimitabile, con bellezze artistiche di ogni genere, un clima speciale, un fascino incredibile; dall’altra il caos di una città con quasi tre milioni di abitanti e un traffico particolarmente disordinato.
Milano ha comunque la sua confusione, ma è sicuramente più vivibile di Roma. Anche dal punto di vista architettonico Milano è molto interessante, con un centro storico piacevole e il nuovo skyline, strutture ultramoderne che hanno riqualificato interi quartieri, donando alla città un tocco speciale di originalità.

In breve

#ioapro sbarca a Milano: il Don Lisander da domani riapre le porte

La protesta dei ristoratori #ioapro arriva a Milano. Uno dei protagonisti della mobilitazione sarà il Don Lisander, storico locale...

Potrebbe interessarti