7.5 C
Milano
03. 03. 2021 10:13

Campagna d’odio contro Silvia Romano: la procura di Milano archivia le indagini

Le indagini sui messaggi di odio ricevuti da Silvia Romano si concludono in un nulla di fatto: le motivazioni

Più letti

Milano, Non una di Meno approda a scuola: «Il rispetto delle donne si impara tra i banchi»

L’8 marzo è vicino e il movimento Non Una Di Meno che si batte contro la violenza sulle donne...

Malika Ayane, una milanese in Riviera: «Milano, sei settantotto città insieme»

Quinta volta, sempre in punta di piedi. Sempre eterea come solo Malika Ayane sa essere. Da Milano a Sanremo...

Arisa, l’ultima donna a vincere il Festival: «Che bello poter fare affidamento su se stessi»

Torna in riviera con una nuova consapevolezza Arisa: Potevi fare di più è il titolo del brano, cucito su...

L’indagine sulla campagna di odio contro Silvia Romano, la cooperante rapita in Kenya e rilasciata lo scorso 9 maggio si è conclusa con un’archiviazione.

Le motivazioni. Secondo la procura di Milano non si sarebbe trattato di minacce, ma di semplici insulti. L’inchiesta coordinata da Alberto Nobili responsabile dell’antiterrorismo milanese e affidata al Ros, inizialmente aperta per minacce aggravate, ha portato, dopo i successivi approfondimenti sui vari messaggi di odio apparsi sui social, a ritenere che anche le frasi inizialmente ritenute minatorie non configurassero il reato ipotizzato ma che andassero qualificate come ingiurie e insulti diffamatori.

silvia romano
silvia romano

Tuttavia poiché Silvia Romano non ha sporto denuncia, necessaria per procedere nelle indagini per diffamazione, l’inchiesta è stata così archiviata.

In breve

I Millenials sono già indebitati? Tanti prestiti nel 2020

Come è cambiato il rapporto dei millennials con il mondo del credito al consumo nell’anno della pandemia? Per rispondere...