7.2 C
Milano
06. 03. 2021 23:44

Campagna d’odio contro Silvia Romano: la procura di Milano archivia le indagini

Le indagini sui messaggi di odio ricevuti da Silvia Romano si concludono in un nulla di fatto: le motivazioni

Più letti

Campagna vaccinale, anche le moschee offrono i loro spazi per le somministrazioni

Sulla scia di quanto già avvenuto in Inghilterra, anche le moschee italiane mettono a disposizione i propri spazi per...

Bollettino regionale, continua a crescere il tasso di positività: 1.450 contagi tra Milano e provincia

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 5.658 con la percentuale tra tamponi eseguiti (58.505 oggi) e positivi...

La provocazione dell’ “artivista” Cristina Donati Meyer: la Darsena si tinge di fucsia

Una nuova provocazione dell' "artivista" Cristina Donati Meyer in occasione della Festa della Donna: la Darsena si colora di...

L’indagine sulla campagna di odio contro Silvia Romano, la cooperante rapita in Kenya e rilasciata lo scorso 9 maggio si è conclusa con un’archiviazione.

Le motivazioni. Secondo la procura di Milano non si sarebbe trattato di minacce, ma di semplici insulti. L’inchiesta coordinata da Alberto Nobili responsabile dell’antiterrorismo milanese e affidata al Ros, inizialmente aperta per minacce aggravate, ha portato, dopo i successivi approfondimenti sui vari messaggi di odio apparsi sui social, a ritenere che anche le frasi inizialmente ritenute minatorie non configurassero il reato ipotizzato ma che andassero qualificate come ingiurie e insulti diffamatori.

silvia romano
silvia romano

Tuttavia poiché Silvia Romano non ha sporto denuncia, necessaria per procedere nelle indagini per diffamazione, l’inchiesta è stata così archiviata.

In breve

La provocazione dell’ “artivista” Cristina Donati Meyer: la Darsena si tinge di fucsia

Una nuova provocazione dell' "artivista" Cristina Donati Meyer in occasione della Festa della Donna: la Darsena si colora di...