12.7 C
Milano
16. 05. 2021 08:11

I residenti del Naviglio Pavese: «Pedonalizziamo via Ascanio Sforza»

Gli abitanti intorno al Naviglio Pavese si mobilitano per chiedere la pedonalizzazione dell'area

Più letti

Ai residenti del Naviglio Pavese inizia a stare stretto il ruolo di fratelli più sfortunati del più blasonato Naviglio Grande: ecco quindi una seconda raccolta firme, questa volta cartacea, sottoposta negli scorsi giorni all’amministrazione comunale.

Solo per residenti. Una prima raccolta firme online, lanciata sulla piattaforma Change.org e a cui avevano aderito più di mille persone, chiedeva la pedonalizzazione permanente e h24 del primo tratto di via Ascanio Sforza (fino a via Darwin) e l’avvio di un progetto di riqualificazione di entrambe le sponde del primo tratto del Naviglio Pavese.

Una seconda raccolta firme cartacea (al momento, per gli interessati, è sufficiente contattare la pagina Facebook @residentidelpavese) ha intercettato, sulla scia di quanto richiesto dall’assessore all’Urbanistica Pierfrancesco Maran, i soli residenti di via Ascanio Sforza, Alzaia, Lagrange, Gola e immediati dintorni.

Unica sponda non pedonale. Per ora ha superato le duecento adesioni con nomi, cognomi e documenti accorpati alla richiesta e ora sottoposti all’amministrazione comunale per una decisione definitiva.

In caso di accoglimento della proposta, sarà compito del Comune istituire tavoli di lavoro condivisi tra residenti e gestori dei locali per una pacifica convivenza. Via Ascanio Sforza è l’unica delle quattro sponde dei due Navigli non ancora pedonalizzata. Un vecchio progetto di pedonalizzazione, proposto da un cittadino nel Bilancio Partecipativo del 2017, è rimasto fermo al palo.

In breve

Brera a portata di click: un’app per scoprire la Pinacoteca (e non solo)

Far scoprire ai milanesi e agli appassionati di arte tutti i segreti, le curiosità e la storia della Pinacoteca...