22.9 C
Milano
28. 06. 2022 05:53

Milano, il sabato No Green pass ed il senso di impunità dei manifestanti: nuove violenze e denunce

Nel sedicesimo sabato No Green pass violenze e denunce ancora protagoniste: tra i manifestanti regna un senso di impunità

Più letti

Si chiude il sedicesimo sabato No Green pass e si inizia a fare la conta: 60 persone identificate, 10 portate in Questura, tra cui sono scattati anche due fogli di via da Milano. Dall’inizio delle mobilitazioni il numero delle denunce è salito al 300 e sembra destinato a crescere date le premesse.

Un nuovo sabato No Green pass: «La polizia non può farci nulla»

«La polizia non può farci nulla», è uno dei pensieri più diffuso tra gli oppositori della certificazione verde. Un senso di impunità che si tramuta dalla teoria alla pratica appena i ribelli “No Green pass” scendono in strada. La manifestazione di ieri si è contraddistinta ancora una volta per il raggiro delle restrizioni imposte dalla Questura: in più momenti il corteo ha deviato il percorso per bloccare il traffico e creare disagio alla città.

Nel sedicesimo sabato No Green pass i manifestanti hanno virato verso corso di Porta Vigentina paralizzando le auto in viale D’Este.  Da qui hanno tentato di raggiungere senza successo i Navigli, dove sono stati bloccati dalla celere che ha fatto infine ricompattare il corteo verso viale Bligny. Ma anche qui non sono mancati i disordini.

Ancora violenza

Il sabato No Green pass si è contraddistinto ancora una volta per episodi di violenza gratuita. Un giornalista di Fanpage insieme al suo videoreporter sono stati malmenati in piazza Fontana, quando la manifestazione non  era ancora iniziata.  Degli automobilisti che invece si lamentavano per il blocco del traffico sono stati presi a calci insieme alle loro auto. Un manifestante invece è stato colto in flagrante mentre imbrattava alcuni mezzi delle forze dell’ordine.

Le mobilitazioni No Green pass sono sempre più fuori controllo, mentre dall’altra parte della barricata si alza un coro di proteste per chiedere una “normalizzazione” della situazione. Tuttavia, sembra ancora lontana dal realizzarsi.

spot_img

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...