7.8 C
Milano
05. 12. 2021 15:33

La petizione del web: salviamo il giardino dello Scalo di Lambrate

I residenti chiedono che il progetto venga radicalmente rivisto salvaguardando l’area verde

Più letti

Sul web è partita una petizione per salvare il giardino dello Scalo di Lambrate a Milano. Sulla piattaforma PartecipaMI, infatti, è presente un annuncio che spiega la situazione di disagio che sta vivendo il giardino dello Scalo di Lambrate in questo momento e si specifica come sia già stata lanciata una petizione al Sindaco della città Beppe Sala su change.org

La Rete si mobilita per salvare il giardino dello Scalo di Lambrate 

In prossimità dello scalo di Lambrate è collocato un giardino di circa 9.000 metri quadrati, con 32 alberi di circa 50 anni di età di proprietà delle Ferrovie. Sono presenti quattro grandi tigli, numerose conifere, fichi e altri alberi alti circa 20 metri: «E’ stato sempre usato, curato e mantenuto dagli abitanti delle case dei ferrovieri come campo sportivo e area di svago – si legge nella petizione in Rete – ed ha una grande funzione di raffrescamento estivo e di moderazione del rumore proveniente dai treni. È stato molto utile durante il lock-down del Covid». Si specifica inoltre come il Municipio 3 «… nella sua delibera “Linee di indirizzo riqualificazione scalo di Lambrate” del 4 maggio 2017 ha richiesto la concentrazione delle volumetrie a nord di via Crespi in modo da conservare il campo sportivo esistente e rispettare le case dei ferrovieri».

Il bando vincitore 

Il progetto vincitore del bando di Reinventing Cities, però, stante quanto riportato sul sito di discussione della città di Milano, non rispetterebbe queste linee di indirizzo. «La parte che rimane dell’area verde diventa sede di servizi per i nuovi abitanti, in parte studenti, e non c’è certezza sulla conservazione degli alberi di alto fusto, che saranno probabilmente sostituiti da alberi giovani di minori dimensioni. I residenti sono intervenuti nel consiglio di municipio 3 del 22 luglio 2021 rilevando queste criticità. In una situazione di emergenza climatica per Milano è inaccettabile che l’area verde sia ridotta e manomessa con conseguente consumo di suolo, cementificazione e diminuzione del suolo permeabile». 

La richiesta dei cittadini del quartiere

La nota si conclude con una richiesta da parte dei cittadini del quartiere: «Chiediamo pertanto che prima della approvazione del piano attuativo il progetto venga radicalmente rivisto salvaguardando integralmente l’area verde con il suo prato e i suoi alberi». A questo indirizzo si può vedere una Ripresa video del giardino oggi.

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...