4.8 C
Milano
28. 01. 2022 23:54

Al via il Supersalone. Vinceremo la scommessa se non ci fermeremo più

Parte oggi il Supersalone, la kermesse dedicata al Design, in cui la città di Milano ripone molte speranze: una scommessa da vincere a tutti i costi per tornare alla normalità

Più letti

Diciamo la verità: questo Salone del Mobile, rigorosamente da chiamare Supersalone, lo aspettavamo un po’ tutti come Godot. Sembrava non arrivare mai. Invece, ecco che Milano torna a vestirsi a festa per onorare l’inedita versione settembrina dell’evento più amato e più popolato della sua storia recente.

Certo, non aspettiamoci le orde di turisti asiatici in giro per il centro della città. E nemmeno la ressa tra i distretti del FuoriSalone. Però è pur sempre un grande segnale di vitalità e di voglia di viverci al meglio.

La pazza idea

Aspettavamo il Salone e la Design Week fin dai primi giorni chiusi in casa per la pandemia, in quel lontano febbraio 2020 quando l’idea di allontanare da noi una manifestazione del genere apriva davanti ai nostri occhi gli scenari più catastrofici.

Ci fu poi il tentativo di rinviare solo di due mesi la grande kermesse di aprile, ma anche a giugno 2020 non se ne fece nulla. E poi l’edizione annunciata per il 2021, ma ancora saltata. Infine quell’idea “pazza” di ricominciare da settembre, sposata inizialmente con entusiasmo dai principali operatori del settore e poi rimessa in discussione da logiche economiche e “di partito”.

In quel frangente, però, Milano ha dimostrato che non poteva più aspettare Godot. Ed eccoci al 5 settembre 2021, una data che auspichiamo possa diventare a suo modo storica con le massime istituzioni del Paese a tagliare il nastro dell’evento che dovrà giocoforza segnare la svolta dopo diciotto mesi di sofferenze.

pratone

Il Rutilio

Che poi, va detto, il rutilio è già iniziato qualche giorno fa: già si vedono, infatti, installazioni in giro per le strade e in luoghi iconici della nostra città. Momenti d’arte chiamati anche a far riflettere come Le icone di Milano, l’arte di mettersi in gioco, che al Giardino delle Culture intende celebrare la Madonnina e le sue donne attraverso una scenografia ispirata ad un classico gioco da tavolo, rivisitato per l’occasione in formato gigante, fra pedine in stampa 3D che richiamano oggetti della “milanesità”.

E ancora in piazza San Fedele, proprio dietro al Duomo e a Palazzo Marino, il sindaco Sala è stato ispirato dal Pratone, un gigantesco prato fra steli morbidi e immensi che celebrano i cinquant’anni della seduta più visionaria di Gufram. Il compito di reinterpretare il Cortile d’Onore di Palazzo Litta, invece, è stato affidato agli architetti Manuel e Francisco Aires Mateus dello studio Aires Mateus che presentano Una spiaggia nel Barocco, installazione site-specific che celebra il ricongiungimento delle persone, definendo un luogo che inviti alla socialità e all’incontro.

Da non perdere

Ma, fiera a parte, c’è un luogo della Design Week davvero da non perdere? La risposta è sì e l’artefice è sempre lei: Rossana Orlandi, guru internazionale del design. È così che, negli spazi del Museo della Scienza e della Tecnologia, Esselunga ha sostenuto la creazione di re-Food Market, installazione legata al tema dell’economia circolare all’interno del RoGUILTLESSPLASTIC, progetto ideato proprio dalla gallerista.

Il re-Food Market, di cui è curatrice scientifica Livia Pomodoro, è nato per valorizzare le buone pratiche e le azioni che mirano a contrastare lo spreco alimentare e riproduce un supermercato in chiave sostenibile nella suggestiva sala del Cenacolo, antico refettorio del Monastero Olivetano di San Vittore.

Solo l’inizio

Potremmo andare avanti ancora. Ed è per questo che abbiamo pensato al primo numero post estivo di Mi-Tomorrow dedicato eccezionalmente ad una ripartenza che, ci auguriamo fortemente, possa essere non solo simbolica e circoscritta. Per questo il Supersalone non potrà “fermarsi” venerdì prossimo.

Vinceremo la scommessa se sapremo fare di questo appuntamento il simbolico “calcio d’inizio” di una ripresa, vera, duratura e irreversibile. Sulla carta è già tutto scritto: Fashion Week, Games Week, Eicma, Tuttofood, Artigiano in Fiera solo per citare altri Godot che attendiamo con ansia per toccare con mano la vita che vogliamo e che Milano ci ha messo lì a portata di mano. Per godercela.

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...