17.6 C
Milano
25. 05. 2024 12:16

Il «bagarino» della metropolitana di Milano: vendeva biglietti Atm già vidimati a prezzi ridotti

L'uomo, un 27enne di origini albanesi, è stato scoperto dai carabinieri con un blocchetto di ticket timbrati in mano pronti per essere rivenduti. Per lui un ordine di allontanamento e una multa

Più letti

Biglietti Atm per accedere alla metropolitana di Milano a 1,50€ anziché 2,20: questa l’allettante proposta che un uomo di 27 anni di origini albanesi, pregiudicato, faceva a turisti e viaggiatori a due passi dai tornelli di entrata della M2. E come facevano a costare così poco? Semplice: erano già vidimati e dunque già usati da qualcun altro! Il «bagarino» portava avanti questa attività da tempo, rivolgendosi spesso a persone straniere che, attratte dal prezzo ridotto, non ci pensavano due volte, ma alla fine rimanevano imbrogliati.

Come agiva il «bagarino» della metropolitana di Milano

Una vicenda che ha dell’incredibile quella del 27enne che è stato però scoperto dai carabinieri e multato lo scorso martedì pomeriggio in Stazione Centrale. L’uomo è stato infatti colto in flagrante e fermato subito dagli agenti delle forze dell’ordine proprio all’interno della fermata della metropolitana di Milano. Per lui era un giorno come tutti gli altri e si trovava lì con in mano diverse decine di ticket già vidimati pronti per essere rivenduti a turisti ignari.

L’uomo, soprannominato dal mondo dei social e del web come il «bagarino» della metropolitana di Milano, era solito offrire alle persone che volevano prendere i mezzi Atm dei biglietti a prezzi ridotti in quanto già timbrati. Una pratica assolutamente non consentita dalla società dei trasporti del capoluogo lombardo. Inoltre si ricorda che tali biglietti, dopo la prima convalida, hanno una durata massima di 90 minuti. E spesso e volentieri pare che questa informazione dal 27enne albanese non venisse nemmeno data.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Metropolitana di Milano
Metropolitana di Milano

Per lui comunque, bloccato dai carabinieri che stavano effettuando un servizio di controllo in piazza Duca d’Aosta nei pressi della metropolitana di Milano, ora è scattata una sanzione amministrativa dal valore di 100 €. Inoltre egli è stato immediatamente sottoposto ad un ordine di allontanamento dalla zona della Stazione Centrale.

Non è la prima volta che se ne parla nella metropolitana di Milano

Nel febbraio dell’anno scorso già un altro uomo era stato fermato dopo essere stato trovato a vendere biglietti all’interno della metropolitana di Milano. Il prezzo? Sempre 1,50 €, che allora equivaleva a 50 centesimi in meno rispetto al costo ufficiale dei ticket Atm. Insomma, si tratta purtroppo di una pratica scorretta e non legale che però, a quanto pare, attrae sia chi da una parte cerca un guadagno facile, sia chi dall’altra non vuole spendere 2,20€ per spostarsi con i mezzi pubblici all’interno del capoluogo meneghino.

In breve

FantaMunicipio #31: sempre più verde nelle aree riqualificate?

Una città più verde, ma verde davvero, fa bene a tutti. Ma c'è ancora tantissimo da fare. Alcuni rappresentanti...