2.6 C
Milano
19. 01. 2022 03:31

Qualità della vita, la soddisfazione di Beppe Sala: «Tutto ciò grazie al lavoro fatto»

La classifica sulla qualità della vita certifica il ritorno alla normalità di Milano: ecco la posizione del capoluogo meneghino nell'analisi del Sole 24 Ore

Più letti

Il ritorno, seppur lento, alla normalità di Milano è stato certificato quest’oggi anche dalla consueta classifica sulla qualità della vita stilata dal Sole 24 ore. Il capoluogo meneghino, dopo l’anno horribilis 2020 in cui era scivolato fuori dalla top ten, ritorna con “prepotenza” sul podio: seconda posizione alle spalle di Trieste.

Classifica sulla qualità della vita: la ripresa di Milano

Nella classifica sulla qualità della vita Milano ci ha sempre abituato ad ottimi piazzamenti. Nel 2018 e nel 2019 si era piazzata al primo posto. Dopo le difficoltà dello scorso anno, dovute alla pandemia e alla difficile gestione dei primi mesi di contagi, la città meneghina torna a svettare sugli altri capoluoghi italiani. In risalita anche i tanti comuni della provincia.

La qualità della vita di Milano è stata analizzata attraverso 90 indicatori che hanno visto il capoluogo primeggiare sul fronte “Ricchezza e consumi” e “Affari e lavoro” grazie alla buona retribuzione media percepita dai milanesi, l’incidenza delle imprese e dei servizi online.

qualità della vita milano

Unico neo presente nella classifica sulla qualità della vita è il poco invidiabile 104esimo posto per la sezione “Giustizia e Sicurezza”. L’aumento dei crimini in città e la lentezza dei processi non hanno certamente giovato a questo dato. Non a caso un’altra ricerca di alcuni mesi fa aveva indicato Milano come la città con il più alto tasso di criminalità.

La soddisfazione del sindaco Sala

Un risultato che soddisfa indubbiamente il primo cittadino Beppe Sala: «Ci ricordiamo di essere stati in testa nel 2018 e 2019, poi la pandemia ci ha spinti giù – ha sottolineato -. Siamo tornati di nuovo ai vertici e in parte è grazie al buon lavoro fatto. Ma ci sono ancora tante cose da fare, non mi voglio beare di questo risultato. Milano è piacevole da vivere, ma è per esempio una città dove le case in affitto sono molto care. E poi c’è il tema ambientale, il traffico e infine la questione sanitaria con gli impatti tutti da valutare della recente riforma regionale».

Le altre classificate

Diamo uno sguardo anche alle altre città. Trieste, come già detto, si piazza al primo posto per la qualità della vita. Dietro Milano troviamo invece Trento, Aosta e a seguire Bolzano e Bologna. Sul fondo della classifica troviamo ancora una volta alcuni capoluoghi del Sud Italia. La maglia nera per la qualità della vita va quest’anno a Crotone preceduto di pochi punti da Foggia e Trapani.

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...