4 C
Milano
21. 01. 2022 17:32

Monopattini, la proposta che non piace a Bernardo: «Credo che i giovani siano coscienziosi»

Ieri la proposta della Regione al Parlamento per regolamentare i monopattini. A sorpresa il candidato sindaco non sembra essere d'accordo

Più letti

La questione monopattini continua ad infiammare il dibattito pubblico, soprattutto dopo la tragedia di Sesto San Giovanni che alcune settimane fa che ha visto come protagonista un tredicenne deceduto dopo la caduta dal mezzo elettrico.

Nella giornata di ieri la Regione Lombardia ha presentato al Parlamento un progetto per la regolamentazione dei mezzi a due ruote. Una proposta che ha accontentato quasi tutti: mentre c’è stato il plauso del leader della Lega, Luca Bernardo, dall’altro lato c’è stato l’inaspettato disaccordo del candidato del centrodestra Luca Bernardo.

Monopattini, Bernardo: «Io non sono mai d’accordo con i divieti»

Dall’inizio del 2020 si sono registrati aMilano ben 659 incidenti, più di uno al giorno, motivo per il quale l’assessore alla Sicurezza, Riccardo De Corato, ha presentato il progetto di legge al Parlamento.

Nel testo inviato a Montecitorio si chiede l’introduzione l’obbligo di assicurazione per responsabilità civile, la limitazione della conduzione alle sole persone che abbiano compiuto 18 anni di età, con conseguente divieto per i minori e l’estensione a tutti i conducenti dell’obbligo di indossare il casco protettivo.

Luca Bernardo
Agenzia Fotogramma

«Attendiamo, ora – aveva dichiarato ieri De Corato – che la proposta di modifica legislativa prosegua il suo iter di approvazione in Consiglio, per approdare, poi, al Parlamento, con il fiducioso auspicio che possa presto tradursi in legge nazionale, come certamente attende chi abbia veramente a cuore il benessere e la sicurezza sia degli utilizzatori dei monopattini, sia degli altri utenti della strada».

Non è invece dello stesso avviso il candidato sindaco, Luca Bernardo. Nonostante abbia dichiarato di essere favorevole all’introduzione del casco e dell’assicurazione obbligatoria, non si può dire lo stesso sull’imposizione del divieto ai minori.

«Io non sono mai d’accordo con i divieti, credo che i ragazzi siano così coscienziosi e attenti per poter guidare il monopattino con grande attenzione», ha sottolineato lo sfidante di Beppe Sala.

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...