23.7 C
Milano
25. 06. 2022 12:56

Un libro per ricominciare: tutto pronto per la decima edizione di BookCity Milano

Decima edizione per BookCity: fino a domenica 1.400 eventi in città per il #dopopandemia

Più letti

Da domani torna la manifestazione milanese di riferimento per il libro e per la lettura: BookCity Milano 2021 si dedicherà al #dopopandemia con 1.400 eventi in programma fino a domenica, tornando in presenza dopo la scorsa edizione online: tutti gli eventi saranno accessibili solo con Green Pass alla mano e su prenotazione.

Si parte domani alle 20.00 al Teatro Dal Verme con l’incontro Riannodare volontà e ragione, l’evento di apertura della manifestazione con Amin Maalouf, uno degli intellettuali più significativi del mondo culturale e letterario europeo, che riceverà il Sigillo della città dal Sindaco Giuseppe Sala.

BookCity, dieci anni di lettura

La decima è un’edizione importante da festeggiare: sono passati, infatti, quasi dieci anni dal 15 novembre 2012, giorno in cui Luis Sepúlveda inaugurava la prima edizione sotto iniziativa dell’Associazione BookCity Milano, costituita da Fondazione Corriere della Sera, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Fondazione Mauri e Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori.

Negli oltre mille eventi si torna a coinvolgere l’intero settore del libro e della lettura, da grandi editori fino a piccoli bibliotecari, insieme ad autori, traduttori, grafici, blogger, ma anche lettori occasionali. Per quest’anno sono ben 900 le classi milanesi coinvolte per BookCity per le Scuole e 13 – è record – le università e accademie milanesi per BookCity Università.

Il focus

BookCity torna, così, a riempire di lettura e cultura i principali luoghi milanesi – 260 sedi tra librerie, teatri, auditorium, università e biblioteche – optando come tema principale quello del #dopo: nell’anno in corso sono molti i dubbi e le perplessità dell’era post-Covid e, a conferma di questo, la manifestazione rivolgerà domande e riflessioni agli scrittori ed intellettuali coinvolti negli incontri, per capire insieme gli effetti dell’eredità lasciata dal periodo pandemico.

Milano torna ad essere protagonista anche grazie a BookCity alla scoperta della città: dopo nove edizioni alla scoperta di una geografia inedita della città, il decimo sigillo scaverà a fondo nel tessuto urbano fino alle periferie, sorprendenti realtà culturali, con una serie di eventi diffusi nei quartieri della città. Con La città intorno si parlerà di “città a 15 minuti”, la visione di uno spazio metropolitano a portata di bicicletta o passeggiata a piedi. Per visionare il programma completo degli eventi visitare il sito ufficiale della manifestazione bookcitymilano.it.

4 domande a Paola Dubini, docente all’università Bocconi: «BookCity “sposa” le università come luoghi di idee, confronto e riflessione»

Con BookCity Università l’offerta si concentra su oltre 140 iniziative con protagonisti gli atenei cittadini che hanno accolto l’invito di essere presenti per rinnovare l’interazione della città con studenti e comunità scientifica. Ne parliamo con la responsabile Paola Dubini, docente presso l’Università Bocconi.

È record di presenze di atenei milanesi coinvolti. È un rapporto sempre più consolidato tra BookCitye le università?
«È importante che lo sia sempre più. Dal punto di vista istituzionale le università mantengono il dovere di sostenere una comunità preparata, colta e attenta. Non mi stupisce questa presenza record di tredici fra accademie, atenei e università milanesi, perché rappresenta un segnale di osmosi fondamentale per il tessuto cittadino».

Perché oggi è importante la presenza delle università?
«Nascono per produrre e diffondere idee nelle comunità: ad esempio alla Statale sono attesi 60 incontri, tutti incentrati sul tema principale della manifestazione, il dopo pandemia, o in Bocconi si parlerà di Milano come Città creativa UNESCO per la letteratura, un segnale importante che conferma quanto le università debbano essere sempre occasione di confronto e riflessione».

Dal punto di vista accademico, come ha vissuto questo periodo storico?
«Le università hanno affrontato con estrema difficoltà il tema della didattica a distanza, sono stati portati avanti diversi modi, inediti, di mantenere saldo il rapporto tra docenti e studenti. Grazie a questa edizione di BookCity approfondiremo queste nuove modalità di diffusione di conoscenza, considerando quanto rimanga importante il dialogo tra generazioni diverse, perché talvolta la varietà di canali di comunicazione crea un pericoloso cortocircuito».

Quale futuro vede per gli studenti?
«Colmo di energia. Avendo il privilegio di lavorare a stretto contatto con loro, la forza che traspare quotidianamente da questa generazione è coinvolgente».

DA NON PERDERE

Giovedì alle 19.00
Sala Bertarelli, Castello Sforzesco

A cosa servono i gatti, con Paolo Nori e Andrea Antinori

Paolo Nori, scrittore dall’ironia affilata e di grande ingegno letterario, finalista al Premio Campiello 2021, e Andrea Antinori, una delle eccellenze dell’illustrazione italiana più apprezzati, sia da noi che all’estero, premiato anche alla Bologna Children’s Book Fair, sono riuniti in questo evento per rispondere a un’unica, meravigliosa, domanda: a cosa servono i gatti?

Giovedì alle 19.00
In streaming
Rinnovare la fantascienza in Italia. Incontro con l’autrice di “Non muoiono le api”, con Natalia Guerrieri e Simone Marcelli

Abbiamo potuto apprezzare la bravura come narratrice di Natalia Guerrieri grazie ai racconti pubblicati su riviste letterarie e all’interno di raccolte: qui l’autrice si confronta con il romanzo, raccontando una storia, a tratti distopica che si pone come un ibrido nel panorama della narrativa fantascientifica italiana. Di questo – e non solo – parlerà proprio Natalia Guerrieri insieme con lo scrittore Simone Marcelli.

Sabato alle 16.30
Sala Bertarelli, Castello Sforzesco
Quante risate con Diabolik! Parola di Silvia Ziche, con Silvia Ziche, Tito Faraci e Mario Gomboli

Diabolik, chi più chi meno, lo conosciamo tutti: al volante della sua Jaguar nera, mentre assume molteplici identità grazie a delle maschere ben fatte, gli storici pugnali e le altrettanto storiche fughe che tanto fanno arrabbiare colui che è a tutti gli effetti la sua nemesi, l’ispettore Ginko. Prendete tutti questi elementi e dateli in mano a Silvia Ziche per una rivisitazione del personaggio in chiave ironica e moderna.

Domenica alle 13.00
Salone d’Onore, Triennale
Ascesa e declino dei Leoni di Sicilia. La saga dei Florio, con Stefania Auci e Isabella Fava

Se non li conoscevamo nell’ultimo paio di anni li abbiamo conosciuti tutti: sono i Leoni di Sicilia, la famiglia Florio, raccontataci da Stefania Auci nei due volumi che, finora, ne compongono la saga. Una parabola che parte dalla miseria e dalla povertà, ascende verso il potere e la conquista di un’intera città grazie al commercio e al destino di tragico declino che li aspetta man mano che il secolo finisce.

Domenica alle 19.00
Sala Grande, Teatro Franco Parenti
Dieci anni di BookCity Milano, con Simonetta Agnello Hornby, Paolo Bacilieri, Marco Balzano, Jonathan Bazzi, Michela Marzano, Vittorio Lingiardi, Nadeesha Uyangoda

2012 – 2021. BookCity arriva a una soglia importante: compiere dieci anni, nonostante una pandemia e nonostante la “maledizione” che si porta dietro Milano, città dei libri e dell’editoria senza un evento forte a consacrarla. Per questi dieci anni, BookCity si è regalata un bel libro per celebrarli, scegliendo alcune delle autrici e degli autori più rappresentativi di questi ultimi anni.

spot_img

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...