7.8 C
Milano
05. 12. 2021 14:28

Fontana: «Mancano medici e infermieri, vanno riprogrammate le lauree»

Il governatore ha chiesto anche più collaborazione da parte dei medici di base

Più letti

Uno dei temi che ruotano attorno al mondo della sanità, in Lombardia e non solo, è quello del reperimento di medici e infermieri. Un problema che ha affrontato oggi il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, parlando al convegno “Il potenziamento dell’assistenza sanitaria territoriale: Lombardia, Italia, Europa”, organizzato da Agenas e Fondazione The Bridge.

Fontana: «Più collaborazione con i medici di base»

Il governatore lombardo si è detto convinto che a livello di sanità territoriale sia stato fatto «un passo avanti importante», in compenso continua la crisi numerica guardando al capitale umano. «Dobbiamo guardare in faccia la realtà e chiedere che il Governo riprogetti e riprogrammi le nuove lauree, il numero di medici e infermieri che potranno essere messi a disposizione e potranno entrare a far parte del mercato del lavoro», sono le parole di Fontana riportate dall’Ansa.

Una delle soluzioni potrebbe essere quella di rivolgersi a chi già opera nel settore. «Purtroppo ci sono delle carenze – ribadisce Fontana -. Cerchiamo di trovare e utilizzare tutte le risorse che abbiamo a disposizione. Credo che anche una maggior collaborazione con i medici di base possa essere la strada giusta».

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...