7.7 C
Milano
24. 01. 2022 15:44

Milano, “bentornate” polveri sottili: aria sempre più inquinata all’ombra della Madonnina

La concentrazione di polveri sottili è in aumento a Milano: ecco gli ultimi dati registrati dalle centraline Arpa

Più letti

Il problema delle polveri sottili non è certamente nuovo per Milano. Così, come ogni anno, nella stagione invernale, in cui si concentrano le emissioni dei riscaldamenti domestici con quelle del traffico cittadino, l’inquinamento atmosferico torna su valori preoccupanti.

Polveri sottili a Milano: gli ultimi dati

Secondo gli ultimi dati emanati dall’Arpa non ci sarebbe ancora da preoccuparsi. Il livello delle polveri sottili a Milano è in media di 38.0 µg/m³, quindi sotto la soglia di allerta di 50 microgrammi.

Tuttavia, quello che preoccupa è il rapido aumento delle concentrazioni di PM10 negli ultimi giorni. Ad inizio settimane le centraline registravano valori intorno ai 16 microgrammi. Il livello delle polveri sottili è esploso soprattutto nell’hinterland: a Limito di Pioltello si sono sfiorati i 42 µg/m³, mentre a Cassano d’Adda si è arrivati addirittura a 47 µg/m³.

In questo mese per fortuna non si sono ancora superati i limiti stabiliti dalle norme europee, ma l’attuale andamento non fa ben sperare. Sulla situazione milanese incidono diversi fattori, tra cui appunto il riscaldamento domestico e l’aumento del traffico già citato. A queste vanno aggiunte anche le produzioni agricole intensive delle campagne fuori dai confini metropolitani.

Inoltre, non va sottovalutata la conformazione della stessa pianura Padana: una conca racchiusa tra le montagne dove la circolazione dell’aria è più difficoltosa ed in cui è facile il verificarsi di un effetto cappa.

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...