4.8 C
Milano
28. 01. 2022 23:36

Nuovo San Siro, troppo verde nel progetto della Cattedrale di Populous: «Sembra l’Amazzonia»

La "Cattedrale" , il progetto che porterà alla realizzazione del nuovo San Siro scatena l'ironia dei social per il troppo verde presente nei rendering

Più letti

Pochi giorni fa lo studio americano Populous si è visto assegnare il progetto per la realizzazione del nuovo San Siro, che secondo i piani dovrebbe essere completato nel 2027. La nuova struttura è la famosa “Cattedrale” che sarà immersa in un distretto in cui il verde giocherà un ruolo da protagonista. Peccato che il troppo verde presente nei rendering ha fatto scattare proprio l’ironia dei social.

Nuovo San Siro, un verde non  così credibile

Nei rendering presentati da Populous il verde domina l’intero quartiere andando addirittura a coprire le case popolari che continueranno ad essere presenti anche intorno al nuovo San Siro. Un’ipotesi poco plausibile, che oltre ad esser stata presa di mira sui social, è stata anche “sbeffeggiata” da alcuni consiglieri comunali.

Carlo Monguzzi nuovo san siro
Carlo Monguzzi

Tra i primi troviamo Carlo Monguzzi, capogruppo di Europa Verde: «Il nuovo stadio verrà fatto in Amazzonia, non a San Siro – ha scritto sui propri profili social-. Dal rendering presentato dalle squadre si vede chiaramente il nuovo stadio praticamente immerso negli alberi, non ci sono più neanche le case popolari. L’unico luogo così è l’Amazzonia. Dunque abbiamo vinto».

Sul fronte dell’opposizione in consiglio comunale ha rincarato la dose Marco Bestetti: «Una presa in giro ai limiti dell’offensivo –ha dichiarato – . Milano non è più una città, ma un bosco di conifere, con alberi inseriti ovunque, anche sopra le case. Trattano Milano come se stessero giocando a FarmVille. Quando si sceglie l’illusionismo e la finzione scenica, significa che il prodotto da vendere è molto scadente. E che si tratta di una fregatura, una sòla».

 

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...