20.6 C
Milano
23. 06. 2021 04:30

Comune di Milano, stop allo smart working: si torna a lavorare in ufficio

Smart working, la nuova decisione del Comune: dipendenti pronti a tornare in ufficio

Più letti

Da lunedì 5 ottobre si torna tutti al lavoro in ufficio al Comune di Milano. Il direttore generale Christian Malangone ha inviato a tutti i responsabili le nuove disposizioni sullo smart working. «Il limite per ciascun singolo dipendente – si legge nel testo dell’amministrazione – è di sei giornate di lavoro agile al mese, utilizzabili sia con cadenza settimanale sia consecutivamente, previo accordo con i direttori di riferimento».

Proteste. La notizia non è particolarmente gradita alle rappresentanze sindacali. «In questo momento in cui c’è un aumento dei contagi – ha spiegato Stefano Mansi, Rappresentante per la Sicurezza della Rsu – arriva questa determina del Comune che è improvvida, soprattutto perché non è possibile mantenere la distanza di sicurezza in molti uffici. Il rientro così massivo dei dipendenti aumenterà i rischi di contagio. In molti uffici, come ad esempio, in via Bernina 12 sede dell’Urbanistica e dell’ Area Tecnica i corridoi sono stretti e gli ambienti angusti, questo rende difficoltoso il distanziamento tra i dipendenti».

comune milano smart working

Il sindacalista chiede che le scelte sullo smart working siano prese tenendo in considerazione i vari ambienti di lavoro. «Siamo l’unica azienda medio grande della città che fa rientrare i dipendenti – ha concluso -, le altre sono tutte in smart working»

 

In breve

Corso Buenos Aires, sulle ciclabili si (ri)parte… con polemica

Si può considerare la più controversa realizzazione dell’amministrazione Sala, quella che ha suscitato più polemiche e che ha creato...