23.4 C
Milano
14. 06. 2021 10:36

Ddl Zan, tensioni tra studenti e Pro Vita in piazza Duomo. Salvini: «Si distrugge l’idea di famiglia»

Presente anche il leader della Lega Matteo Salvini, bersaglio principale degli studenti

Più letti

Momenti di tensione questo pomeriggio in piazza Duomo a Milano, dove è stato organizzato un presidio dell’associazione Pro Vita per protestare contro il Ddl Zan. Alcuni studenti hanno cercato di intervenitore durante il comizio degli anti-abortisti per protestare contro le loro posizioni al grido di “Vergogna”.

La polizia respinge i manifestanti con i manganelli

Per evitare che i sostenitori del Ddl Zan venissero a contatto con i supporter di Pro Vita la polizia ha effettuato alcune cariche di allegerimento lasciando partire anche qualche spintone e manganellata sui giovani appartenenti alla Rete Studenti di Milano ed al collettivo Tsunami.

ddl zan
Agenzia Fotogramma

Al comizio di quest’oggi ha preso parte anche il leader della Lega, Matteo Salvini che ha affermato: «Tante associazioni di omosessuali, lesbiche e femministe sono contrarie al Ddl Zan perchè ghettizza, perchè con la scusa parlare di diritti porta avanti una battaglia ideologica. Uno deve poter amare chi vuole senza essere discriminato ma giù le mani da mamma, papà e bambini»

Dal punto di vista di Salvini il decreto sarebbe un attacco al concetto stesso di famiglia. «È distruggere l’idea di famiglia – ha aggiunto il leader della Lega -, le radici della nostra comunità per portare sui banchi di scuola di bimbi di 5-6 anni teorie come il gender, idee come le adozioni gay o utero in affitto o addirittura introdurre un nuovo reato che mette il bavaglio e che vuole mettere in galera chi pensa che la mamma sia mamma, che papà sia papà. Il ddl Zan lascia in mano ai giudici la possibilità di colpire e processare chi non la pensa come qualcuno vorrebbe che tutti la pensassero».

In breve

Esce “Ghettolimpo” e gli avatar di Mahmood conquistano Milano

Mahmood si prepara ad un nuovo successo con l'album "Ghettolimpo"uscito pochi giorni fa. Per promuovere l'ultima fatica discografica del...