6.4 C
Milano
22. 01. 2022 17:53

Con l’Immacolata arriva la neve a Milano: milanesi pronti a vedere la Madonnina imbiancata

Il ponte dell'Immacolata porterà con sè anche diversi fiocchi di neve: arriva finalmente la neve a Milano

Più letti

La prima neve a Milano si aspetta per l’8 dicembre, il giorno dell’Immacolata: è quanto affermano più voci dagli studi meteorologici. Milano torna ad imbiancarsi per merito della cosiddetta sciabolata artica che sta arrivando dal Nord Europa in Italia.

Neve a Milano: tutti pronti per la prima nevicata

Secondo il meteorologo di 3Bmeteo Lorenzo Bardellino l’ingresso di una perturbazione atlantica, la tanto temuta sciabolata artica,  prevista proprio per l’8 dicembre, che arriverà dal Nord-Ovest «sarà responsabile di un peggioramento con piogge in Liguria, nevicate sulle Alpi, ma possibili anche in pianura su Piemonte ed ovest Lombardia, a causa della presenza di un solido cuscino di aria fredda nei bassi strati generatosi con le recenti irruzioni artiche. Piogge dovrebbero invece estendersi ad est Lombardia e pianura padano-veneta».


Immacolata in bianco, quindi, neve a Milano a partire dalle prime ore del mattino. Salvo gli sconvolgimenti dell’ultima ora, per l’8 dicembre dovrebbero quindi cadere e accumularsi fino a due centimetri di neve a Milano su parchi, strade e tetti, almeno fino alle ore centrali della giornata: per il pomeriggio si prevedono invece fino a cinque centimetri di neve, che diminuirebbero solo a tarda sera.


A fine giornata, si stima, la città di Milano potrebbe ricoprirsi di ben dieci centimetri di neve fresca: che inizio di stagione! I meteorologi valutano altamente probabile la possibilità di nevicate su varie città italiane: neve a Milano, Varese, Como, Bergamo, Brescia e Pavia. La neve dovrebbe cadere fino al giorno seguente, giovedì 9 dicembre, portando in Lombardia tra i cinque e i dieci centimetri di neve. Per chi sogna un dicembre innevato non resta che alzare gli occhi al cielo durante la Festa dell’Immacolata.

Nevicate storiche: neve a Milano con la “nevicata del secolo” nel 1985

Sono due le storiche nevicate milanesi che allietano e un po’ inquietano l’attesa della prima nevicata dell’anno sulla città: quella del 1985 e quella del 2006.
Nell’85 la città di Milano è stata sommersa da 90 centimetri di neve: è rimasta nella storia come la “nevicata del secolo” sia per la quantità di fiocchi di neve arrivati sui tetti e sulle strade milanesi, che per la sua lunga durata. Milano infatti rimase bloccata e sommersa di neve dal 13 al 17 gennaio dell’85, come testimoniano i giornali meteo di allora.

La Madonnina guardava dall’alto una città coperta da quasi un metro di neve, i bambini si divertivano per le strade con gli slittini e qualche milanese autoironico ha anche sfoggiato gli sci.

Nonostante questa immagine possa farci pensare ad una affascinante città bianca, la nevicata dell’85 creò grandi disagi e diversi danni ai milanesi e nelle altre aree della Lombardia, del Piemonte, e dell’Emilia Romagna: per fare un esempio, la neve a Milano causò la chiusura delle scuole per una settimana.

neve a milano

La nevicata dell’85 fu un fenomeno tanto eccezionale da creare problemi e caos in tutto il Nord Italia: la neve a Milano bloccò la città per tre giorni. Alcune strade tornarono agibili solo dopo l’intervento dei carri armati della caserma Perucchetti e vennero impiegati 650 militari di leva.

A causa dell’eccessivo carico della neve crollò il tetto del velodromo Vigorelli e il nuovo palazzo dello sport vicino allo stadio di San Siro – costruito solo nove anni prima – venne completamente distrutto e mai più ricostruito. Crollarono, a causa del peso della neve, anche i tetti di altri edifici milanesi tra cui uno dei due padiglioni palestra della scuola del Sole, nel parco Trotter. Lungo le vie di Milano moltissimi rami di alberi, ceduti per l’accumulo di neve.

Ci furono intense polemiche con l’amministrazione comunale di allora, accusata di non aver organizzato la lista di spalatori di neve occasionali da mobilitare proprio in situazioni di emergenze per nevicate come quella dell’85. Cosa se ne fece di tutta quella neve a Milano? Vennero nel centro della città autocarri a raccoglierla per poi spostarla in campi della periferia della città, dove rimasero senza sciogliersi completamente fino all’arrivo della primavera.

Nevicate storiche: neve a Milano nel 2006

La neve a Milano del 2006 non ebbe risvolti così drammatici, ma ha ricoperto la città di Milano di ben 40 centimetri di neve. Il 27 gennaio del 2006, infatti, tutto il Nord Italia venne investito da una forte ondata di maltempo. Milano si trovò a fronteggiare 40 centimetri di neve tra ghiaccio per le strade, ingorghi di traffico e rabbia tra i milanesi costretti a fermarsi – senza questa volta poter tirar fuori gli sci. “La città si è arresa” titolavano i quotidiani.

Quest’anno però i milanesi sono pronti a godersi la dolcezza dei fiocchi che cadono in tranquillità: gli accumuli di neve previsti sono gestibili e non esorbitanti. La neve darà alla città quella magia bianca senza dover creare problemi: in ogni caso, per godersi in tranquillità l’Immacolata in bianco, quest’anno Milano ha già pronto il piano neve, con particolare attenzione ad un “Piano freddo” per i senzatetto.

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...