23.2 C
Milano
16. 05. 2022 22:57

Locker nei condomini, la spesa a domicilio senza orari

A Cascina Merlata si sperimenta il primo condominio con locker personali dove ricevere alimentari

Più letti

Quando i concetti di “green” e “smart” vengono applicati alla vita reale, non solo sulla carta, nascono progetti di grande interesse pubblico. È il caso dell’ultima iniziativa avviata al Social Village Cascina Merlata, nel Municipio 8, uno dei quartieri residenziali più vitali e sostenibili di Milano, dove si sperimenta per la prima volta in Italia un nuovo modo di fare la spesa a domicilio: con locker individuali, condominiali e refill station installati all’interno dei condomini.

Spesa a domicilio, l’idea di Unilever Italia

Ci ha pensato Unilever Italia, multinazionale del largo consumo titolare di oltre 400 brand di alimenti, prodotti per l’igiene personale e per la casa, che già nel 2021 ha iniziato a sperimentare nuove modalità di interazione diretta con i consumatori nei condomini consegnando la spesa a casa. Il nuovo progetto a Cascina Merlata nasce in collaborazione con Laserwall, la società che semplifica la comunicazione e la gestione delle amministrazioni condominiali con una app e una bacheca digitale che si installa nell’androne e connette i condomini con le opportunità del quartiere.

Spesa a domicilio, come funziona

I locker, come gli armadietti gialli sparsi nelle città, dove siamo abituati a ritirare i prodotti ordinati online, nella versione individuale ideata per il Social Village Cascina Merlata danno la possibilità di ricevere la spesa a domicilio direttamente nel condominio di casa in qualsiasi momento, senza dover concordare l’orario di consegna. La spesa viene depositata direttamente nel locker personale, dove sarà protetta fino all’arrivo del consumatore, che potrà aprirlo con una digital key.

spesa a domicilioIl locker personale è concesso in comodato a fronte dell’acquisto di prodotti Unilever tra un’ampia gamma di proposte alimentari, detergenti per la casa e per l’igiene personale, per una spesa pari a 14,90 euro mensili. I locker di condominio previsti negli spazi comuni interni e ad uso libero di tutti i condomini saranno invece gratuiti e installati nei palazzi di maggiori dimensioni.

Un’altra rivoluzione è costituita dalle refill station: vere e proprie stazioni di ricarica posizionate all’interno del condominio in aree di comune accesso, in cui i consumatori potranno riempire in autonomia i flaconi vuoti dei prodotti più diffusi per la pulizia della casa. In futuro si potranno acquistare in questo modo anche i detergenti per la cura della persona.

Spesa a domicilio, parla Guido Martuscelli (Unilever Italia): «Progetto in fase di espansione»

«È un progetto che cerca di coniugare innovazione nel servizio al consumatore, risparmio e rispetto per l’ambiente – spiega a Mi-Tomorrow Guido Martuscelli, Responsabile New Generation Channel di Unilever Italia –. Grazie a questo nuovo canale di vendita, riusciamo infatti ad andare sempre più incontro alle esigenze del consumatore abbattendo notevolmente la quantità di packaging da produrre e smaltire, oltre che, come in generale per la spesa consegnata a domicilio, le emissioni legate ai trasporti».

Da quando sarà operativo il progetto?
«È già operativo e prevede un’evoluzione, con obiettivo di installare 100 refill station, 300 building locker, 1.000 locker personali a Milano nel 2022. Dal 2023 prevediamo di estendere l’iniziativa anche a Roma e nelle altre principali città italiane».

Dove si fa la spesa che viene poi consegnata nei locker individuali?
«Tramite la app Laserwall, nella sezione “La Spesa”: basta scaricare la app e poi utilizzarla per fare gli ordini».

Ci sono anche prodotti freschi, come ad esempio frutta, verdura, formaggi?
«No, solo prodotti Unilever alimentari, per l’igiene della persona e della casa. Si tenga presente che il locker è anche refrigerato».

Le refill station sono già attive?
«Sì e per il rifornimento si paga con carta di credito o bancomat come dal benzinaio, oppure in contanti alla consegna della spesa a casa, se richiesto dal condomino».

Che requisiti devono avere i condomini per usufruire del progetto?
«Devono essere grandi condomini con tante unità abitative e dotati di uno spazio comune».

È possibile che un singolo condominio ne faccia domanda?
«Sì, rivolgendosi direttamente a Laserwall».

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...