3.7 C
Milano
21. 01. 2022 00:37

Vaccino obbligatorio, anche Galli favorevole: «Altrimenti non finirà mai»

L'Austria introduce il vaccino obbligatorio. Una soluzione vista da molti di buon occhio anche nel nostro paese

Più letti

Due giorni fa il primo ministro austriaco Alexander Schallenberg ha annunciato l’introduzione del vaccino obbligatorio in Austria. Anche qui in Italia negli ultimi giorni in molti, a partire da Confindustria, si sono espressi a favore dell’obbligo. Sul tema è intervenuto anche Massimo Galli, il direttore del reparto di Malattie Infettive dell’Ospedale sacco di Milano.

Vaccino obbligatorio, Galli: «Misura necessaria»

«Sono del tutto favorevole al vaccino obbligatorio – ha dichiarato Galli in un’intervista rilasciata a Il Mattino -. È una misura ormai necessaria di fronte alle mistificazioni che si vedono, si sentono e si leggono sulla pandemia, diffuse a piene mani dai No Vax».

Per il virologo davanti al propagarsi della quarta ondata in tutta Europa, il vaccino resta l’unica arma per salvaguardare la salute pubblica. «La priorità di chiunque abbia sotto controllo la vita e la nostra salute – ha ribadito Galli – è intensificare senza se e senza ma la campagna vaccinale. I numeri, i fatti, ci dicono che il vaccino è un freno efficace per evitare di schiantarci. Questa è la strada che sta riducendo a un ventesimo i decessi e gli esiti infausti di una malattia che, lasciata correre, provocherebbe ancora un’ecatombe».

 

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...