8.3 C
Milano
05. 12. 2022 09:06

Milano “sceglie” il Belgio: Lukaku e Origi, cosa cambia per Inter e Milan?

Compagni di nazionale, reduci della Premier: storie diverse con la stessa voglia di riscatto

Più letti

La Milano che si affaccia all’Europa guarda a Bruxelles e dintorni anche nel pallone. Il primo derby della stagione, a settembre, potrebbe vedere alla guida degli attacchi di Inter e Milan un duo belga, Romelu Lukaku contro Divock Origi. Storie diverse, stessa voglia di rivalsa. La Premier League li ha lasciati andare e ora cercano gloria all’ombra della Madonnina.

Il ritorno di Lukaku

Lukaku ha già avuto modo di prendersi Milano. È stato re, torna da suddito di un popolo incline al perdono, davanti ad altre possibili stagioni come le due in cui ha dominato su tutti i campi della Serie A. Il gol più difficile lo ha messo a segno portando avanti in prima persona una trattativa che sembrava impossibile, tornare in prestito alla squadra che lo aveva ceduto a titolo definitivo meno di un anno fa per 115 milioni.

lukaku

L’opera persuasiva è stata talmente convincente da portare alla chiusura dell’operazione con il Chelsea entro il 30 giugno, permettendo all’Inter di usufruire nuovamente dei vantaggi fiscali del Decreto Crescita. Ritroverà l’amico e compagno Martinez, con cui ha mostrato un feeling da coppia d’oro fuori e dentro il campo. L’obiettivo, manco a dirlo, è trascinare i nerazzurri al tricolore sfumato lo scorso maggio.

La novità Origi

origiSulla sponda rossonera del naviglio sarà invece protagonista Divock Origi. Il ragazzo originario di Ostenda viene definito dai suoi vecchi tifosi una “Liverpool Legend”. Origi è stato l’uomo decisivo in Liverpool-Barcellona, semifinale di ritorno del 2019 in Champions League. La gara di è andata si era conclusa 3-0 per i blaugrana. Salah è il grande assente. Manca anche Firmino. Origi è titolare, segna il gol del momentaneo vantaggio al 7′ e soprattutto realizza il decisivo 4-0 sul corner battuto a sorpresa da Alexander-Arnold.

Segna anche in finale contro il Tottenham, entrando dalla panchina. La sua avventura in Europa con la maglia del Liverpool si è conclusa quest’anno con un gol a San Siro. Sì, proprio a San Siro. Contro il Milan realizza il gol dell’1-2 che condanna i rossoneri all’eliminazione. Con la maglia dei rossoneri dovrà rirovare continuità. E, perché no, consegnare la seconda stella al Diavolo.

In breve

FantaMunicipio #12: Ied e Politecnico avanti tutta in città

Sono le università come Ied e Politecnico- e i progetti ad esse correlate - a spingere Milano in una...