12.7 C
Milano
16. 05. 2021 08:21

Covid, Moratti: «Riprendere visite in Rsa se il parente è vaccinato»

La proposta dell'assessora al Welfare alla conferenza delle Regioni

Più letti

Dopo ormai oltre un anno di semplici videochiamate e nei casi più fortunati di “stanze degli abbracci”, i parenti degli anziani delle Rsa potrebbero tornare a far visita ai propri cari, però ad una condizione: essere vaccinati. È questa la proposta avanzata dalla vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti, alla Conferenza delle Regioni.

La proposta. «L’accesso di parenti e visitatori a strutture di ospitalità e lungodegenza – sostiene Moratti – dovrebbe essere consentita se sia ai parenti che all’ospite delle strutture stesse è stata rilasciata una delle certificazioni verdi Covid-19, recentemente approvati dal Governo».

visite rsa
Riprendono le visite nelle rsa?

L’isolamento delle Rsa è servito ad evitare nuovi focolai dopo le stragi della scorsa primavera in Lombardia. Tuttavia è arrivato il momento di allentare in sicurezza questo regolamento. «La normativa vigente – aggiunge Moratti- ha certamente rappresentato in questi mesi un importante deterrente alla diffusione della pandemia all’interno di alcune collettività chiuse con ospiti anziani e, più in generale, con ospiti ad alta fragilità. Ora è necessario un suo aggiornamento grazie anche agli importanti sforzi riorganizzativi degli enti gestori per il contenimento e gestione del Covid. Senza contare che la vaccinazione prioritaria attuata da Regione Lombardia su ospiti e personale di queste residenze ha consentito pressoché di azzerare contagi e decessi».

In breve

Brera a portata di click: un’app per scoprire la Pinacoteca (e non solo)

Far scoprire ai milanesi e agli appassionati di arte tutti i segreti, le curiosità e la storia della Pinacoteca...