10.7 C
Milano
31. 10. 2020 02:27

Attenzione alla nuova truffa: un falso sms di Findomestic come “cavallo di Troia”

Arriva a Milano la nuova frontiera della truffa: i malviventi in grado anche di clonare i numeri verdi delle finanziarie per raggirare i malcapitati

Più letti

Bollettino regionale, numeri sempre più preoccupanti: Milano, +1.607

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 8.960, di cui 356 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (46.892 oggi)...

Milano, i sovranisti si prendono la piazza: «La pandemia è una boiata»

Oggi pomeriggio alle 17 sotto la prefettura di Milano andrà in scena la manifestazione organizzata dal "Comitato Italia Libera"...

Milano, una “book’s guerilla” contro la didattica a distanza

L' "artivista" Cristina Donati Meyer torna a colpire a Milano con una nuova opera. La street artist ha realizzato...

L’ultima frontiera delle truffe si chiama social engineering, uno dei modi più subdoli per raggirare i poveri malcapitati. Un sms riportante «Come da sua richiesta, sono stati donati 50 euro a un’associazione benefica”, è stato l’esca per trarre in inganno una donna milanese nei giorni scorsi.

I fatti. Il messaggio ricevuto dalla malcapitata portava la firma di Findomestic, la finanziaria che fa capo al gruppo Bnp Paribas. Dopo aver ricevuto l’insolito messaggio ha di seguito ricevuto una telefonata da un finto incaricato dell’azienda, il quale la informava di movimenti anomali sul suo conto. Questo è stato il primo step per conquistare la sua fiducia.

Inoltre la chiamata proveniva dallo stesso numero verde della Findomestic, dettaglio che ha persuaso la malcapitata a credere nelle “buone intenzioni” del truffatore. Proprio qui stanno le potenzialità criminali del social engineering: la possibilità di operare a livello informatico riuscendo a clonare addirittura i numeri di telefono.

La stessa Findomestic ha lanciato l’allarme invitando a fare attenzione a questo nuovo genere di truffe che sta prendendo sempre più piede. Tornando alla vicenda, una volta conquistata la fiducia della donna, il truffatore si è fatta consegnare l’Otp, il codice temporaneo per accedere ai conti correnti, rassicurandola che sarebbero stati fatti alcuni controlli tempestivamente per risolvere la questione.

A questo punto la donna era ormai caduta nella tela dei truffatori: da quel momento sono iniziati prelievi a cascata dal suo conto. Per fortuna per alcuni problemi tecnici è andato a buon fine un unico prelievo da 50 euro.

In breve

Milano, una “book’s guerilla” contro la didattica a distanza

L' "artivista" Cristina Donati Meyer torna a colpire a Milano con una nuova opera. La street artist ha realizzato...

Milano, i sovranisti si prendono la piazza: «La pandemia è una boiata»

Oggi pomeriggio alle 17 sotto la prefettura di Milano andrà in scena la manifestazione organizzata dal "Comitato Italia Libera" che si farà portavoce a...

Milano, una “book’s guerilla” contro la didattica a distanza

L' "artivista" Cristina Donati Meyer torna a colpire a Milano con una nuova opera. La street artist ha realizzato un murales in zona Navigli...

Renato Zero senza freni: «Chi dice che la cultura non dà da mangiare è uno stronzo»

Renato Zero ha lanciato un appello per sostenere i lavoratori del mondo dello spettacolo, uno dei settori più colpiti dalla crisi generata dal Covid. Le...

Il loro punto di vista: insieme a Mi-Tomorrow un viaggio nel mondo studentesco ai tempi del Covid

Ribaltare il punto di vista. Il nostro. Di noi che questo lavoro lo facciamo ogni giorno provando a raccontare quello che succede in ogni...

Potrebbe interessarti