2.1 C
Milano
21. 01. 2021 06:08

I “favori” dell’ex governatore: Roberto Maroni di nuovo a processo

L'ex governatore lombardo nuovamente a processo: l'accusa

Più letti

Bollettino regionale, leggero aumento di ricoveri nei reparti ospedalieri: Milano, +187 contagi

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 1.876, di cui 73 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti...

«Basta, siamo stremati», una nuova protesta dei ristoratori: cesti di prodotti scaduti per il Prefetto

I ristoratori sono nuovamente sul piede di guerra. Domani andrà in scena una nuova manifestazione che si svolgerà al...

Terza ondata? Galli: «Al momento non ci sono segnali»

Quando arriverà la terza ondata? Molto probabilmento non ora. Ne è convinto il professor Massimo Galli, direttore del reparto...

L’ex governatore lombardo Roberto Maroni dovrà affrontare un nuovo processo a Milano. Dopo esser già stato condannato ad un anno per aver fatto pressioni per favorire una collaboratrice, il nuovo capo d’accusa lo vede imputato per induzione indebita e turbata libertà nel procedimento di scelta del coentrante.

L’accusa. La vicenda è molto simile a quella precedente, cambiano solo gli attori. Maroni avrebbe in questo caso l’architetto Giulia Capel Badino facendole beneficiare di un contratto in Ilspa, l’ente che gestisce le infrastrutture lombarde.

Secondo l’imputazione Maroni, «abusando della sua qualità di vertice dell’ente regionale nonché dei suoi poteri», avrebbe fatto pressioni sull’allora dg di Ilspa Guido Bonomelli, «affinché conferisse un incarico pubblico all’architetto».

processo roberto maroni

Dal canto suo l’ex governatore si difende via social. «Andare a processo per un fatto in cui non c’entro nulla mi fa sentire vittima di una vera ingiustizia – scrive Maroni su Twitter -, come purtroppo accade troppo spesso. Ma ho le spalle larghe, ne ho passate tante e supererò anche questa ennesima ingiustizia. E non intendo rassegnarmi: bisogna tornare a lottare per una giustizia giusta».

 

In breve

«Venite, ho sparato ad una persona in metro», lo scherzo finito male di un ragazzino milanese

Gli uomini del 118 hanno ricevuto una richiesta d'aiuto lo scorso lunedì: dall'altra parte del telefono qualcuno che affermava...

Potrebbe interessarti