-1.1 C
Milano
19. 01. 2021 00:34

Sala ancora sullo smartworking: «Che cosa fanno i commercianti se la città è vuota?»

Il sindaco Sala torna a parla re di smart working chiedendo ancora una volta il ritorno al lavoro in presenza

Più letti

A Milano iniziano a fioccare le multe dopo la fronda dei ristoratori di #ioapro

I titolari e i clienti che hanno infranto le regole lo scorso venerdì aderendo alla campagna #ioapro non la...

Fontana: «Tra stasera e domani il ricorso. Sono convinto che la Lombardia sia arancione»

Il governatore Fontana torna ad attaccare il governo sulla questione zona rossa. «I nostri avvocati hanno predisposto il ricorso...

Prese in ostaggio una guardia giurata nel Duomo: l’esito della perizia psichiatrica

Mahmoud Elhosary, il 26enne che quest'estate, il 12 agosto scorso, fece irruzione al Duomo prendendo in ostaggio una guardia...

Il sindaco Sala torna  a riaccendere il dibattito sullo smart working rilasciando un’intervista a Sky Tg 24.

Le dichiarazioni. «È evidente che una parte della città è ferma perché qualcun altro non lavora in presenza – ha dichiarato Sala -. Capisco che c’è una necessità di smart working, però non consideriamola normalità».

Secondo il primo cittadino far diventare lo smart working la modalità di lavoro primaria comporterebbe un ripensamento dell’intera Milano. «Se dovessimo considerarlo normalità dovremmo ripensare la città e ripensare la città richiede tempo – ha aggiunto -. Mi dicono che difendo bar e ristoranti, certo che li difendo, ma non penso solo a loro, penso ai taxi, a tutto il mondo dello spettacolo, gente che normalmente non ha un contratto a tempo determinato, vive se lavora. Che cosa fanno queste persone se la città è vuota?».

In breve

Scuola, non solo i licei: zaini e striscioni contro la DAD anche alle medie

Zona rossa significa che gli studenti di seconda e terza media da oggi tornano a fare didattica a distanza....

Potrebbe interessarti