26.1 C
Milano
01. 08. 2021 17:03

Dopo 11 edizioni sarà un film italiano ad aprire Venezia 77: Lacci di Daniele Luchetti

Lacci di Daniele Luchetti sarà il film di apertura, fuori concorso, della settantasettesima edizione della Mostra del Cinema di Venezia

Più letti

Non accadeva da undici anni, ma nella più improbabile delle edizioni è toccato proprio ad un film italiano l’onore di aprire le danze. La settantasettesima edizione della kermesse veneziana, e primo grande evento italiano post-lockdown, in programma dal 2 al 12 settembre 2020, ha scelto come film di apertura Lacci di Daniele Luchetti già regista di Momenti di trascurabile felicità (2019), La nostra vita (2010) e Mio fratello è figlio unico (2007).

Dopo 11 edizioni sarà un film italiano ad aprire Venezia 77: Lacci di Daniele Luchetti

Arti indispensabili. «Negli ultimi tempi abbiamo avuto paura che il cinema potesse estinguersi – ha dichiarato Daniele Luchetti – E invece  durante la quarantena ci ha dato conforto, come una luce accesa in una caverna. Oggi abbiamo una consapevolezza in più: i film, le serie, i romanzi, sono indispensabili nelle nostre vite. Lunga vita ai festival, dunque, che permettono di celebrare  tutti assieme il senso vero del nostro lavoro. Se qualcuno ha pensato che potesse essere inutile, ora sa che serve a tutti. Con Lacci sono onorato di aprire le danze del primo grande festival di un tempo imprevisto».

Lacci - Domenico Starnone
Lacci – Domenico Starnone

Dal romanzo. Il film è tratto dall’omonimo libro di Domenico Starnone (edito da Giulio Einaudi editore) che ha cofirmato la sceneggiatura insieme a Francesco Piccolo e lo stesso Luchetti.
Nel cast troviamo Alba Rohrwacher, Luigi Lo Cascio, Laura Morante, Silvio Orlando e Giovanna Mezzogiorno dare vita alle vicende di Aldo e Vanda, nella Napoli dei primi anni ’80, e il loro matrimonio messo in crisi dalla giovane Lidia di cui Aldo si è innamorato… Nelle sue pagine Domenico Starnone racconta una storia emozionante e fortissima: una fuga, un ritorno e tutti i fallimenti, quelli che ci sembrano insuperabili e quelli che ci fanno compagnia per una vita intera.

Il film. Ed è forse questa stessa forza che ha fatto ricadere la scelta sul film di Luchetti, un film che si propone di raffigurare l’anatomia della difficile coesistenza di una coppia alle prese con tradimenti, ricatti emotivi, sofferenze e sensi di colpa. Prodotto da Ibc Movie e Rai Cinema, il film di Luchetti verrà proiettato la sera di apertura del Festival del Cinema di Venezia, mercoledì 2 settembre, e sarà la riconferma dell’onda di cambiamento del nostro cinema.

In breve

Covid, crescono i contagi: come stanno gli ospedali di Milano?

Il 21 luglio scorso gli ospedali di Milano e della Lombardia hanno raggiunto il loro punto più basso: i...