5.3 C
Milano
06. 12. 2021 12:23

#Milanochelegge: i sei finalisti del Premio Strega 2020

Torna, in vista del fine settimana, la nostra rubrica #Milanochelegge

Più letti

Grazie al nuovo regolamento del Premio Strega 2020, secondo cui nel caso i primi cinque libri siano stati pubblicati da editori di grandi dimensioni, deve essere aggiunto il libro più votato pubblicato da un piccolo editore, quest’anno i finalisti del concorso sono ben sei.

Premio Strega 2020, i sei finalisti

 

Il Colibrì - finalista Premio Strega 2020
Il Colibrì – finalista Premio Strega 2020

Sandro Veronesi, Il colibrì

La Nave di Teseo (368 pagine, 20 euro)

Il colibrì è un uccellino che si muove agile e veloce, dai movimenti frenetici anche quando è fermo e capace di acrobazie spettacolari nel corso della sua vita.
Un colibrì è anche Marco Carrera, il protagonista di questo romanzo, che agile e veloce si muove attraverso una vita di perdite e di dolore.

 

 

La misura del tempo - finalista Premio Strega 2020
La misura del tempo – finalista Premio Strega 2020

Gianrico Carofiglio, La misura del tempo

Einaudi (288 pagine, 18 euro)

Il tempo ha infierito su Lorenza, che da ragazza bella e insopportabile, dal fascino abbagliante, si ritrova a essere una donna opaca, con un figlio in carcere per omicidio volontario.
Guido Guerrieri non è per niente convinta, e controvoglia accetta il caso che si rivelerà, invece, ricco di colpi di scena e pieno di insidie.

 

 

almarina - finalista Premio Strega 2020
almarina – finalista Premio Strega 2020

Valeria Parella, Almarina

Einaudi (136 pagine, 17 euro)

Almarina è la nuova allieva di Elisabetta Maiorano, insegnante di matematica.
Almarina è diversa dalle allieve a cui siamo abituate a pensare, perché è una delle detenute del carcere minorile di Nisida, un’isola in mezzo a un mare stupendo, in cui nessuno dei suoi residenti può però mai bagnarsi.
Un luogo in cui espiare le proprie colpe, asciugarsi al sole e ricominciare, un giorno.

 

Ragazzo italiano - finalista Premio Strega 2020
Ragazzo italiano – finalista Premio Strega 2020

Gian Arturo Ferrari, Ragazzo Italiano

Feltrinelli (320 pagine, 18 euro)

La campagna emiliana e l’industriosa provincia lombarda: questi sono i due mondi abitati da Ninni, da adulto Gianni, nel corso della sua vita e condivisi con sua nonna da un lato, con i suoi genitori dall’altro.
Due mondi che Ninni-Gianni tiene insieme grazie alla sua curiosità, capacità di osservazione e il suo fortissimo amore per i libri e le storie.

 

Tutto chiede salvezza - finalista Premio Strega 2020
Tutto chiede salvezza – finalista Premio Strega 2020

Daniele Mencarelli, Tutto chiede salvezza

Mondadori (204 pagine, 19 euro)

Daniele ha vent’anni e, in seguito a una violenta esplosione di rabbia, viene sottoposto a un TSO.
Nel reparto di psichiatria in cui è costretto all’internamento, conoscerà quelli che saranno i suoi compagni di stanza per una settimana, personaggi teneri e sconclusionati, ma a loro modo saggi e travolti dalla vita.

 

 

Febbre - finalista Premio Strega 2020
Febbre – finalista Premio Strega 2020

Jonathan Bazzi, Febbre

Fandango (328 pagine, 18,50 euro)

Jonathan ha 31 anni e un giorno gli viene una febbriciattola che non va più via.
Poi, un giorno arriva il test dell’HIV e la realtà si rivela: Jonathan è sieropositivo.
Comincia così il viaggio dell’autore indietro nel tempo, raccontando Rozzano, la periferia dei tossici, degli operai, delle famiglie venute dal Sud, dei delinquenti e di tutto ciò che Jonathan non incarna.
Ed è proprio Febbre il sesto finalista del Premio Strega 2020, il più votato fra i romanzi pubblicati da piccoli editori.

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...